Enterite: sintomi e cause comuni del disturbo

Enterite: sintomi e cause comuni del disturbo

L'enterite è l'infiammazione dell'intestino che causa diarrea e può essere anche fulminante con conseguenze fatali.

L’enterite è la comune infiammazione dell’intestino tenue o piccolo intestino, il primo tratto dell’intestino. La patologia può variare di intensità e rappresentare un fastidio di breve durata, quando i sintomi sono prevalentemente diarrea, dolori addominali, mal di pancia, vomito e febbre e durano pochi giorni, senza compromettere la salute generale della persona.

L’enterite tuttavia può anche essere molto grave, quando si presenta in forma fulminante e provoca una forte disidratazione, una perdita di elettroliti come magnesio, potassio e bicarbonato e a volte anche una cospicua perdita di sangue. In questi casi, quando la diarrea e il vomito sono persistenti e copiosi, l’enterite può rappresentare un serio rischio per la salute.

L’enterite solitamente è provocata da batteri che vengono introdotti con l’alimentazione o con le bevande, ma in alcuni casi può essere provocata dall’assunzione di droghe e da alcune malattie come il morbo di Crohn e alcune infiammazioni a carico dell’intestino. Tra le cause comuni dell’enterite si riscontra anche l’assunzione prolungata e impropria di alcuni farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene o ripetuti cicli di radioterapia.

Molto più spesso l’enterite si presenta come una normale e gestibile conseguenza di un’intossicazione alimentare provocata da alimenti contaminati da batteri, come ad esempio la carne, il latte e frutta e verdura fresche. I batteri più diffusi sono la Salmonella, l’Eschericia coli, la Shigella, lo Staphilococcus aureus, la Yersinia enterocolitica e il Campylobacter jejuni. L’enterite può anche essere causata dalla celiachia, dalla giardasi, o da un’infezione da rotavirus e può essere invalidante soprattutto per bambini piccoli, anziani e in caso di ospedalizzazione.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog