Morso di ragno: quali sono i sintomi e le terapie

Morso di ragno: quali sono i sintomi e le terapie

Solo l'1% dei morsi di ragno sono pericolosi per la salute umana.

Il 99% dei morsi di ragno è innocuo e nella maggior parte dei casi non comporta alcun sintomo particolare. I ragni non hanno una bocca con dei denti, ma due cheliceri, ovvero due zanne capaci di perforare la pelle. I morsi del ragno servono principalmente per procurarsi il cibo, come dei piccoli insetti e molto raramente vengono utilizzati per difesa. Può però capitare che un ragno spaventato morda un essere umano e inietti una dose di veleno, la stessa che userebbe per stordire e uccidere le sue prede.

Solo quattro gruppi di ragno al mondo hanno un morso potenzialmente mortale e sono i Latrodectus, i Cheiracanthium, gli Atrax e i Phoneutria. Al mondo esistono oltre 42.000 specie diverse di ragno e solo 200 sono considerate pericolose per il loro morso. Il più pericoloso del mondo è il Ragno delle banane, grande fino a 15 centimetri e dal morso mortale. In Italia sono da due a quattro le specie che vengono considerate temibili per l’essere umano. Si tratta della tarantola, che può essere fatale per chi è allergico al suo veleno, la malmignatta, la vedova nera e il ragno violino.

I sintomi generici del morso di ragno sono un dolore intenso nella zona della puntura, rigidità muscolare, spasmi e dolore alle articolazioni. A questi sintomi primari possono seguire rapidamente febbre e brividi, difficoltà a respirare, a deglutire e a parlare, perdita dei sensi, convulsioni e in caso di allergia anche shock anafilattico. Questo si presenta con sintomi come la tumefazione immediata delle labbra, della lingua e della gola, con difficoltà nella respirazione e vista annebbiata, prurito, crampi, vertigini, orticaria e perdita di conoscenza.

Il morso di ragno si cura alleviando dapprima i sintomi del dolore e del possibile gonfiore attorno alla zona interessata, applicando ghiaccio o un unguento, ad esempio a base di cortisone. In alcuni casi vengono prescritti degli analgesici o calcio gluconato e fenobarbital per ridurre gli spasmi muscolari ed eventualmente vengono iniettati gli antidoti al veleno del ragno per poterlo neutralizzare.

 

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog