Ipocondria: cos’è e quali sono i sintomi

Ipocondria: cos’è e quali sono i sintomi

"Quell’agente patogeno, mille volte più virulento di tutti i microbi, l’idea di essere malati." (Marcel Proust)

L’ipocondria è una malattia più correttamente definita col termine patofobia e si tratta di un disturbo mentale caratterizzato da un’interpretazione erronea di presunti sintomi fisici, che vengono visti come i segni di una patologia spesso grave ma ingiustificata. L’ipocondria nel senso comune riporta alla paura delle malattie e può rappresentare un tratto di personalità molto comune, come riflesso di una condizione d’ansia.

In psicologia clinica l’ipocondria viene definita come disturbo d’ansia da malattia e rientra nella categoria dei disturbi d’ansia somatici. Secondo la classificazione psicologica l’ipocondria presenta sintomi come un’intensa preoccupazione di sviluppare una malattia in completa o parziale assenza di sintomi, i quali spesso vengono enfatizzati e ingigantiti. L’ansia della persona è sempre rivolta alla salute e questi sintomi sono persistenti.

L’ipocondria in psicologia viene distinta dal disturbo delirante di tipo somatico, caratterizzato da sintomi molto simili, ma molto più rigidi e tendenzialmente psicotici, non solamente derivanti dall’ansia. La persona affetta da ipocondria in ogni caso non riesce a moderare o attenuare la propria preoccupazione per la salute nemmeno di fronte a smentite mediche. Spesso nell’ipocondria la persona si dichiara insoddisfatta delle cure ricevute e spende molto tempo per informarsi sulle possibili malattie contratte.

L’ipocondria provoca una diminuzione della qualità di vita a causa della persistente preoccupazione che logora i rapporti sociali, ma in molti casi non viene intaccata la sfera professionale e le persone colpite possono mantenere una vita soddisfacente. L’ipocondria viene spesso trattata con terapie psicologiche e con l’ausilio di farmaci ansiolitici e gli antidepressivi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog