Vitamina B1: a cosa serve e in quali alimenti si trova

Vitamina B1: a cosa serve e in quali alimenti si trova

La vitamina B1 può causare il Beriberi.

Guarda la galleria: Vitamina B1

La vitamina B1, conosciuta anche come tiamina o aneurina, è una vitamina idrosolubile che viene assorbita principalmente tra il duodeno e l’intestino tenue e da lì entra in circolazione nel sangue e nei tessuti. La vitamina B1 è un elemento essenziale per il nostro organismo ed è coinvolta in molti processi biochimici, come nel ciclo di Krebs, nella sintesi dell’emoglobina e del neurotrasmettitore GABA.

La vitamina B1 è molto importante per la regolazione del metabolismo dal momento in cui serve per la trasformazione dello zucchero in energia, ma regola anche le funzioni del sistema nervoso e del cuore, è necessaria per l’apprendimento e migliora il tono muscolare degli organi interni.

La vitamina B1 regola anche l’appetito grazie alla sua capacità di trasformazione degli zuccheri, ma è spesso carente nei nstri organismi a causa di alcune cattive abitudini che ne limitano l’assorbimento, come alcol, fumo e una dieta troppo ricca di zuccheri.

La vitamina B1 si trova in questi alimenti:

 

  • Germe di grano
  • Lievito di birra
  • Crusca
  • Carne
  • Noci
  • Pistacchi
  • Nocciole

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Tumori rari: il progetto “Accelerator Award” di Marcello Deraco