Tumore all’esofago: sopravvivenza e aspettativa di vita

Tumore all’esofago: sopravvivenza e aspettativa di vita

Qual è la sopravvivenza e l'aspettativa di vita di chi ha sofferto di tumore all'esofago?

Il tumore all’esofago si presenta con sintomi ben precisi, che non devono essere sottovalutati per poter fare una corretta diagnosi, sfruttando anche diverse metodologie di indagine come la radiografia dell’esofago con mezzo di contrasto e endoscopia esofagea, ma anche l’exoendoscopia, radiografia del torace e tomografia computerizzata.

Per curarlo ci si rivolte alla chirurgia, ma anche alla radioterapia e alla chemioterapia: il trattamento più scelto nei casi operabili combina tutti e tre i trattamenti, ma in caso di non operabilità, si opta per una combinazione di chemio e di radio, che aumenta la sopravvivenza rispetto alle singole opzioni. E’ un tumore molto aggressivo con alto tasso di mortalità: la mortalità totale è di 3,4 persone/100000, mentre la sopravvivenza a distanza è inferiore del 5%.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog