Usare lo smartphone al buio aumenta il rischio di cecità temporanea

Usare lo smartphone al buio aumenta il rischio di cecità temporanea

Guardare il cellulare con un solo occhio e al buio potrebbe causare cecità temporanea? Ecco cosa spiegano gli esperti.

Usate il cellulare in camera da letto al buio, sdraiati su un fianco e con un solo occhio aperto? Quest’abitudine potrebbe provocare problemi alla vista. A suggerirlo sarebbe è stato il dottor Gordon Plant, del Moorfield’s Eye Hospital di Londra, il quale ha visitato due donne che presentavano temporanei abbassamenti della vista o cecità (della durata di circa 15 minuti) da diversi mesi. Dopo aver consultato svariati medici, le due donne sono state visitate dal dottor Plant, il quale ha chiesto loro cosa stessero facendo quando si è verificato l’episodio di cecità temporanea.

Ebbene, entrambe le donne avrebbero spiegato che stavano guardando il loro smartphone con un solo occhio, mentre si trovavano coricate a letto su un fianco, nella stanza buia; l’altro occhio era coperto dal cuscino. Questa posizione farebbe in modo che un occhio si adatti alla luce, mentre l’altro si adatti al buio. Dopo aver posato il telefono, le donne avrebbero riportato fastidi alla vista nell’occhio con cui stavano guardando il cellulare, perché l’occhio in questione avrebbe impiegato diversi minuti prima di ‘raggiungere’ l’altro e adattarsi all’oscurità.

Il Dr. Rahul Khurana, portavoce della American Academy of Ophthalmology, ha definito quella del dottor Plant un’ipotesi affascinante, ma ha sottolineato che 2 casi non sono sufficienti per dimostrare che guardare lo smartphone in questo tipo di circostanze può causare il problema. Ulteriori indagini dovrebbero dunque essere condotte in tal senso.

via | MedicalXpress

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog