Parvovirus: sintomi, cause e terapia

Parvovirus: sintomi, cause e terapia

Il parvovirus è il responsabile di quella che viene comunemente chiamata quinta malattia: ecco come si manifesta e si cura.

Il Parvovirus B19 è il primo virus umano riconosciuto della famiglia Parvoviridae e si manifesra con un’eruzione cutanea tipica infantile, nota ai più come quinta malattia. Una volta contratta la malattia si diventa completamente immuni.

Il Parvovirus B19 colpisce indistintamente maschi e femmine. Le donne molto spesso sono predisposte a sviluppare una serie di complicanze, come le artriti, e quelli maggiormente a rischio sono le persone immunocompromesse.

Come si trasmette? Il contagio è soprattutto verso l’inalazione di secrezioni respiratorie (le goccioline di saliva), ma può anche passare a causa di una trasfusione di sangue infetto, il trapianto di midollo osseo o per via materno-fetale (durante il passaggio del feto attraverso il canale del parto). Ha un’incubazione di circa 2 settimane prima di comparire ed è infettivo fino alla comparsa del rush cutaneo.

Come si cura? La quinta malattia non ha bisogno di una terapia specifica e nella maggior parte dei casi si risolve da sola in pochissimi giorni. Ovviamente il trattamento dei sintomi è locale: di solito si utilizzano degli antipiretici per abbassare la febbre e degli antistaminici se si soffre di prurito. In occasione di complicanze da Parvovirus B19 (es. idrope fetale), può essere necessaria una trasfusione intrauterina di sangue.

Via | My Personal Trainer

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Tumori rari: il progetto “Accelerator Award” di Marcello Deraco