Gravidanza, l’inquinamento aumenta il rischio di asma per il bambino

Gravidanza, l’inquinamento aumenta il rischio di asma per il bambino

Gravidanza - L’inquinamento potrebbe aumentare il rischio di asma per i bambini. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Gravidanza – L’inquinamento potrebbe aumentare il rischio che i bambini soffrano di asma. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri della University of British Columbia, secondo cui i bambini nati da madri che durante la gravidanza sono state esposte all’inquinamento atmosferico causato dal traffico, corrono un rischio maggiore di sviluppare l’asma prima dei sei anni di età. Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno seguito un campione di 65.000 bambini dalla nascita fino all’età di 10 anni, monitorando le diagnosi di asma e valutando l’esposizione della madre a sostanze inquinanti durante la gravidanza.

I risultati hanno rivelato che i bambini le cui madri avevano vissuto vicino alle autostrade durante la gravidanza, avrebbero corso un rischio del 25% maggiore di sviluppare l’asma prima dei 5 anni di età. Inoltre, è emerso che i bambini nati sottopeso sarebbero più sensibili agli effetti dell’inquinamento atmosferico.

L’inquinamento atmosferico da fonti di traffico aumenta il rischio di sviluppare l’asma durante i primi anni, prima che i bambini raggiungono l’età scolastica, anche in un’area urbana come Vancouver

sottolineano gli esperti

con livelli relativamente bassi di inquinamento atmosferico.

via | ScienceDaily

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog