Obesità infantile: chi va a scuola a piedi riceve un premio

schoolDove l’educazione alimentare tradizionale fallisce si tentano altre vie, ma più spesso, negli ultimi tempi, assistiamo a misure che tendono ad essere repressive – come la proposta di tassare le bibite zuccherate, per dirne una – o per nulla educative, come l’ultima trovata inglese che premia i bambini che vanno a scuola a piedi con buoni acquisto o ingressi al cinema.

Lo scopo è quello di combattere l’obesità infantile convincendo i bambini, con la promessa di un premio, a fare moto. Non sarebbe più utile promuovere i valori dello sport, per esempio? Sicuramente sì, ma chissà perché l’intento educativo finisce sempre per perdersi nelle pieghe della convenienza economica: tasse da una parte, incentivi monetari dall’altra. Ma a chi è utile tutto questo?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: