L'antico rito dei suffumigi

I suffumigi sono un metodo naturale ed efficace per ridurre i sintomi di raffreddori e influenza. L'umidità penetra nelle vie respiratorie fluidificando il muco e facilitandone l’espulsione. È possibile aumentare l'efficacia del vapore con l'aggiunta di erbe o dei loro oli essenziali: in questo modo, quando si inala il vapore le componenti antisettiche, decongestionanti e rilassanti delle erbe vanno direttamente dove sono necessarie.

Questo metodo era molto utilizzato un tempo dalle nostre nonne che, in caso di raffreddore e tosse, facevano fare i suffumigi, o fumenti, per liberare le vie respiratorie, decongestionare e liberare il naso, sciogliere il catarro dando sollievo ai bronchi e contribuendo a eliminare le secrezioni catarrali, in caso di sinusite.

Questo antico rito è un gesto naturale e molto efficace per ridurre i fastidiosi sintomi del raffreddore, ma anche per rimediare a quei disturbi che le attuali abitudini di vita possono produrre: per esempio l'uso eccessivo che a volte si fa dell'aria condizionata o del riscaldamento negli ambienti, la vita frenetica e i viaggi più frequenti ci espongono a sbalzi di temperatura o climatici non indifferent, e a contatti con diversi agenti virali responsabili di infezioni da raffreddamento in ogni stagione. In questo caso gli oli essenziali più adatti sono ad esempio quelli di eucalipto, timo, pino, lavanda, rosmarino, menta piperita, ravensara, tea-tree, limone, bergamotto, pepe nero, melissa e issopo.

Si può effettuare anche l'inalazione secca, versando alcune gocce su un fazzoletto e respirando profondamente o si possono aggiungerli anche nella vasca da bagno.

Alcune persone però, come ad esempio gli asmatici, possono essere ipersensibili al vapore e ad alcuni oli essenziali, perciò è bene adottare un approccio cauto in un primo momento.

  • shares
  • Mail