Cosa fare in caso di shock anafilattico: le cinque regole

Cosa fare in caso di shock anafilattico: le cinque regole

Che cos'è lo shock anafilattico? Come si manifesta e come si può trattare? Ecco le 5 regole d'oro da tenere in memoria.

Lo shock anafilattico è un evento che spesso può risultare drammatico: i casi da strada, fuori dall’ambiente ospedaliero, dove si verificano per allergia ai farmaci, riguardano lo 0,05/0,1% della popolazione italiana, mentre in ambiente ospedaliero la percentuale di reazioni gravi raggiunge lo 0,8/1%. Negli ultimi anni i casi sono in aumento, ma le morti sono in diminuzione, grazie all’uso dell’adrenalina.

Proprio l’iniezione di adrenalina è importantissima per evitare che lo shock anafilattico possa portare a conseguenze gravi, anche se il 20% dei pazienti non porta con sè il dispositivo, mentre il 40% non lo sa usare correttamente e solo 3 persone su 4 spiegano ai famigliari come usarlo in caso di emergenza. L’utilizzo dell’autoiniettore di adrenalina, però, può salvare una vita.

Ecco, allora, le 5 regole d’oro, le 5 misure da adottare in caso di shock anafilattico:

  1. Chiamare aiuto, telefonando il 118 se si è fuori dall’ospedale o chiamando un medico o un infermiera se si è in un nosocomio.
  2. Mantenere la calma, se il paziente è calmo saprà autoiniettarsi l’adrenalina o guidarvi nella procedura.
  3. Mantenere la posizione che si considera più comoda. In caso di sensazione di svenimento, alzare le gambe di 30 gradi.
  4. Non bere e non mangiare.
  5. Seguire il consiglio dei sanitari nella gestione immediata dello shock anafilattico: una volta superata la fase acuta, imparare a prevenire e a trattare reazioni allergiche che potrebbero capitare in futuro.
    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog