Vaccini e autismo, nuove prove dell’assenza di un legame

Vaccini e autismo, nuove prove dell’assenza di un legame

Secondo un nuovo studio nemmeno i bambini più a rischio perché fratelli di ragazzi affetti dal disturbo devono temere le vaccinazioni

Un nuovo studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association porta nuove prove di quanto affermato ormai da tempo da numerosi medici e scienziati: tra vaccini e autismo non esiste alcun legame.

Nonostante le ricerche che dimostrano che non c’è alcuna associazione tra il vaccino morbillo-parotite-rosolia (Mpr) e i disturbi dello spettro autistico la convinzione che il vaccino causi l’autismo persiste

notano gli autori dello studio, sottolineando che questa situazione porta a un calo del ricorso alle vaccinazioni.

Questa nuova analisi, che ha coinvolto quasi 100 mila bambini, ribadisce l’assenza di un legame dimostrando che la somministrazione del vaccino non è associata a un aumento del rischio nemmeno nei piccoli che hanno fratelli affetti dal disturbo.

Questi risultati

concludono gli autori

indicano che non c’è alcuna associazione pericolosa tra il vaccino Mpr e i disturbi dello spettro autistico nemmeno fra i bambini già ad alto rischio di disturbi dello spettro autistico.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | JAMA

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog