Incontinenza urinaria notturna: la cura e la prevenzione

Incontinenza urinaria notturna: la cura e la prevenzione

L’incontinenza urinaria è un disturbo molto frequente, quella notturna è tipica dei bambini piccoli ma può essere per gli adulti anche il campanello di allarme di qualche patologia.

L’incontinenza urinaria è la perdita di pipì contro la propria volontà e può essere abbondante o semplicemente di qualche goccia, come se la nostra muscolatura non è in grado di arrestare il flusso. All’origine di questo disturbo ci possono essere diverse cause, come l’invecchiamento, infezioni del tratto urinario, disturbi neurologici, ma anche traumi, come può essere il parto. Quando l’incontinenza è notturna si presume che alla base ci sia una questione psicologica.

L’ enuresi notturna è tipica dei bambini e di solito colpisce i piccoli tra i 3 e i 9 anni, dal momento in cui si toglie il pannolino ai primi anni delle scuole elementari. Bagnare il letto è l’espressione di un disagio, per questo motivo il bambino non va né sgridato né messo in imbarazzo. Deve essere abituato ad andare in bagno in modo regolare, sia al primo stimolo sia ad ore fisse anche in sua assenza.

Se però a soffrire di incontinenza nicturna non è un bambino, ma un adulto bisogna preoccuparsi un pochino di più. Può infatti nascondere problemi come insufficienza cardiaca, pressione alta, ingrossamento della prostata, infezioni alle vie urinaria, apnea del sonno, cancro alla prostata e diabete. È un problema diffuso e quasi fisiologico nell’uomo dopo i 70 anni.

Come si cura? Prima di tutto è molto importante fare controlli costanti e preventivi, per cercare di capire quale sia la causa e semmai eliminarla o prevederla. Cercate poi di avere una certa regolarità nell’andare in bagno, non bevete in modo eccessivo prima di coricarvi e potreste fare degli esercizi per rafforzare il pavimento pelvico. Per le donne esistono dei palloncini che favoriscono la terapia, come EpiNo, utili anche durante la gravidanza.

Via | Corriere

Foto | Pinterest

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog