Psicologia, anche il freddo è contagioso

Psicologia, anche il freddo è contagioso

Il freddo è contagioso, ed una nuova ricerca lo dimostra.

Sapevate che il freddo è contagioso? Secondo quanto emerso da una nuova ricerca, sembra che il solo guardare qualcuno che ha dei brividi di freddo è sufficiente per farci sentire … freddo! La ricerca in questione è stata condotta dai membri dell’Università del Sussex, nel Regno Unito, ed è stata pubblicata sulle pagine della rivista PLoS ONE. Per analizzare meglio la questione, gli esperti hanno analizzato un campione di 36 volontari, ai quali sono stati mostrati dei video che rievocavano il freddo e video che rievocavano invece il caldo.

Allo stesso tempo, i ricercatori hanno misurato la temperatura delle mani dei volontari. Ebbene, a quanto sembra i volontari che hanno guardato i video di persone che mettevano le mani nell’acqua ghiacciata avrebbero visto ridursi in modo significativo la propria temperatura corporea. Tuttavia, il fenomeno inverso non sarebbe accaduto quando i partecipanti guardavano i video di persone che immergevano le mani nell’acqua calda.

A spiegare meglio la questione sarebbe stato il neuropsichiatra Dr Neil Harrison, il quale suggerisce che tali cambiamenti fisiologici inconsci potrebbero aiutare gli esseri umani (che sono essenzialmente delle creature sociali) ad avere una maggiore empatia con le altre persone ed a vivere bene in comunità.

Per quanto concerne invece il fatto che i video “freddi” avessero un maggiore effetto rispetto a quelli “caldi”, l’esperto ritiene che la ragione debba essere ricercata nel fatto che i video “caldi” avrebbero un impatto visivo meno forte rispetto a quelli “freddi”.

Gli unici spunti che facevano capire che l’acqua era calda era il vapore, all’inizio dei video e il colore rosa della mano dell’attore

spiegano gli autori della ricerca

mentre i blocchi di ghiaccio sono stati chiaramente visibili per tutta la durata del video freddo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Sciencedaily.com

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog