Cancro ai polmoni: i sintomi, la diagnosi e la terapia

Cancro ai polmoni: i sintomi, la diagnosi e la terapia

Il cancro ai polmoni è un tumore che colpisce moltissime persone: tra i fattori di rischio ci sono il fumo di sigaretta, anche se la malattia può colpire anche i non fumatori. Ecco come si presenta e come si cura.

Il cancro ai polmoni è una forma di tumore che può svilupparsi in questo organo interno tanto importante. Le principali tipologie sono due, ovvero il tumore polmonare a piccole cellule, che colpisce nel 10.15% di questo tipo di neoplasie, e il tumore polmonare non a piccole cellule, che colpisce il restante 85%. Il primo prende origine dai bronchi di diametro maggiore ed è formato da piccole cellule, presentandosi solitamente nei fumatori e diffondendosi rapidamente. Il secondo può prendere origine nele vie aeree, in sedi più periferiche o in diverse aree del polmone.

Il cancro ai polmoni, che si presenta secondo quattro stadi di gravità della malattia, è spesso asintomatico nelle fasi iniziali: talvolta la scoperta della patologia avviene per esami effettuati per altre ragioni o altre malattie. Tra i segnali che possono indicarci la presenza del carcinoma, abbiamo tosse continua che peggiora nel tempo, raucedine, sangue nel catarro, respiro corto, dolore al petto che aumenta quando si respira profondamente o si tossisce, perdita di peso, perdita dell’appetito, stanchezza, infezioni respiratorie continue. Il tumore può poi diffondersi nelle strutture vicine, provocando anche altri sintomi.

Ovviamente non appena notate che c’è qualcosa che non va, dovete rivolgervi al vostro medico di base, che dopo una visita vi indirizzerà verso altri esami e indagini: potrebbero essere consigliati radiografia al torace, risonanza magnetica a PET, TC, ma anche una biopsia con prelievo del tessuto sospetto e esame istologico per capirne la natura. Spesso si effettua anche l’esame citologico dello sputo, ma anche la broncoscopia, mentre per capire se il tumore è circoscritto o meno si può optare per una scintigrafia.

Come si cura il cancro ai polmoni? Nel caso di tumore a piccole cellule, la terapia consigliata è la chemioterapia o la radioterapia in associazione o dopo la chemioterapia. La chirurgia del tumore è indicata solo in rari casi. Nel tumore non a piccole cellule, invece, l’intervento chirurgico è la scelta solitamente consigliata, a meno che non siano già presenti metastasi a distanza. Nei casi in cui non fosse possibile intervenire chirurgicamente, si può ricorrere a radioterapia e chemioterapia. Ultimamente sono stati ottenuti ottimi risultati anche con alcuni farmaci biologici, mentre in alcuni casi si può intervenire con trattamenti locali come l’ablazione con radiofrequenza, la terapia fotodinamica, la terapia laser.

Via | Airc

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog