Deltacortene: a cosa serve e gli effetti collaterali

Deltacortene: a cosa serve e gli effetti collaterali

Vediamo il Deltacortene cos'è, a cosa serve e quando assumere questo farmaco, per quali patologie; se ha effetti collaterali e se è vero che fa ingrassare.

Il deltacortene è un farmaco impiegato per il trattamento di diverse condizioni e patologie. Ecco le sue indicazioni e i possibili effetti indesiderati.

Il Deltacortene è un farmaco che contiene il principio attivo prednisone, e che viene impiegato per il trattamento di svariate condizioni mediche. Ecco a cosa serve, quando assumerlo e quali sono i possibili effetti collaterali da non sottovalutare.

Deltacortene: a cosa serve

Il deltacortene è un farmaco che contiene prednisone (ovvero un cortisonico), e che viene impiegato per il trattamento di diverse condizioni mediche, ad esempio quelle reumatologiche, come artrite reumatoide, malattia di Still, spondilite anchilosante e artrite gottosa acuta. Tale farmaco viene impiegato anche per il trattamento di malattie come il lupus eritematosus sistemico, cardite reumatica acuta, condizioni allergiche gravi che non possono essere trattate con i farmaci tradizionali, asma bronchiale, dermatite atopica e da contatto, anemia emolitica autoimmune, ed anche per la cura palliativa dei pazienti adulti affetti da leucemie e linfomi, e dei bambini affetti da leucemia acuta.

Deltacortene da 5 mg e 25 mg

Questo farmaco viene venduto sotto forma di compresse “Deltacortene 5 mg“, e in compresse “Deltacortene 25 mg”, per cui una compressa di Deltacortene 5 mg conterrà prednisone in 5 mg, mentre una di Deltacortene 25 mg conterrà prednisone in 25 mg. Il prezzo del deltacortene sarà di 5,13 Euro per la confezione da 10 compresse per 25mgh2

Deltacortene: effetti collaterali

Il deltacortene non dovrà essere assunto dai pazienti che presentano ipersensibilità al suo principio attivo ed ai suoi eccipienti, e dovrà essere assunto sempre dietro consiglio del medico, che stabilirà la corretta posologia. L’assunzione di questo farmaco è inoltre sconsigliata per le donne in dolce attesa o per quelle che allattano al seno (in tal caso sarà il medico stesso a stabilire se e in che quantità sarà sicuro assumere tale farmaco), ed è controindicata per chi soffre di grave osteoporosi, ulcera peptica, herpes simplex oculare, infezioni micotiche sistemiche, diabete instabile e di stati di immunodeficienza.
Detto questo, fra i più comuni effetti indesiderati del deltacortene troviamo tachicardia, problemi cardiaci, iperglicemia, insulino resistenza, bruciore agli occhi, disturbi allo stomaco, nausea, vomito, diarrea, gastrite, esofagite. Infine, si segnalano effetti indesiderati come malessere generale, astenia e febbre.

Il deltacortene fa ingrassare?

Come spesso accade quando si assumono de farmaci a base di cortisone, anche il Deltacortene potrebbe provocare un aumento di peso. L’aumento di peso è generalmente causato da ritenzione dei liquidi e da una maggiore assunzione di calorie, provocata dal maggiore appetito. A questo si aggiunge anche la scarsa attività fisica provocata dal dolore e da altre conseguenze della malattia di base. Se il trattamento è di breve durata, non dovrebbero esservi particolari problemi, mentre in casi di cure prolungate nel tempo, potrebbe essere necessario chiedere al medico quali alimenti preferire e quali evitare, per ridurre il rischio di prendere troppo peso.

Per qualsiasi dubbio o domanda, prima di assumere il farmaco consultate sempre il vostro medico curante e leggete attentamente il foglietto illustrativo.

via | Torrinomedica.it, PagineSanitarie, VeryWell,

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog