Cos’è la membrana epiretinica, i sintomi e l’intervento

Cos’è la membrana epiretinica, i sintomi e l’intervento

La membrana epiretinica è una patologia degenerativa dell'occhio. Vediamo le cause, i sintomi e le cure

La membrana epiretinica è una malattia dell’occhio progressiva che consta nella formazione di uno strato di cellule che provocando una pressione sulla retina a lungo andare ne può causare il distacco.

Anche definita pucker maculare, la membrana epiretinica viene catalogata tra le patologie oculari dell’interfaccia vitro-retinica, ovvero alterazioni della struttura del corpo vitreo dell’occhio, che vanno a danneggiare gravemente la vista aderendo alla macula retinica, ovvero la porzione centrale della retina.

Tra le possibili cause, oltre ad una certa predisposizione genetica e all’invecchiamento (la maggior parte dei casi si verifica negli over 70), ci sono:

  • Trombosi venose della retina
  • Infiammazioni oculari ripetute
  • Maculopatie di vario tipo
  • Conseguenze di interventi di chirurgia oftalmica o di interventi laser

La memebrana epiretinica è un accumulo di cellule di diverso tipo che vanno a creare una trazione sulla retina alterando anche la visione. I sintomi del disturbo, che insorge lentamente e in modo subdolo, sono:

  • Cattiva messa a fuoco delle immagini (metamorfopisa)
  • Visione doppia
  • Alterazione nella percezione delle proporzioni degli oggetti (che appaiono più piccoli o più grandi di quanto siano in realtà)
  • Riduzione dell’acutezza visiva

Alla diagnosi di membrana epiretinica si giunge dopo un’accurata visita oculistica a cui si associa l’esito di une same specifico che è la tomografia a coerenza ottica (OTC). Per quanto riguarda le terapie per la malattia, dipendono dal grado di gravità del danno oculare. In stadio iniziale o non troppo avanzato si può ricorrere all’iniezione nel corpo vitreo di ocriplasmina, un enzima proteico che una volta inoculato è in grado di scindere la membrana in modo che non aderisca più alla retina.

Questo tipo di intervento è molto efficace e soprattutto privo di effetti collaterali e del tipico disagio post operatorio che, invece, la terapia tradizionale chirurgica, ovvero la vitrectomia, procura al paziente. Questo intervento molto delicato di microchirurgia oculare prevede un peeling della membrana epiretinica associato all’applicazione di una sostanza che tamponi il foro maculare e ne permetta la chiusura.

I trattamenti per questa patologia oculare sono tanto più efficaci quanto prima si interviene, pertanto è sempre molto importante che i pazienti, soprattutto anziani e con pregresse patologie oculari, non appena si accorgano di alterazioni, anche minime, nella visione, si rivolgano al proprio oculista di fiducia.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog