Psicologia, meno ansia grazie al paracetamolo?

Psicologia, meno ansia grazie al paracetamolo?

Prendere delle decisioni può essere doloroso, ma il paracetamolo pare possa ridurre il problema.

Spesso prendere delle decisioni importanti comporta la manifestazione di sentimenti come angoscia ed ansia, ma secondo quanto emerso da uno studio condotto dai membri dell’Università del Kentucky, sembra che per arginare tali sensazioni sia sufficiente assumere del paracetamolo. Alcune delle aree cerebrali coinvolte nel dolore fisico sono coinvolte anche nel disagio mentale, spiegano infatti gli esperti, secondo cui un simile rimedio potrebbe aiutare anche a prendere decisioni difficili che creano appunto ansia e angoscia.

Come l’assunzione di paracetamolo può aiutare a sopprimere il dolore fisico, allo stesso modo potrebbe dunque ridurre l’angoscia provata di fronte a situazioni particolari, situazioni che ci causano dolore psicologico, come ad esempio quella in cui dobbiamo spendere denaro oppure vendere i propri beni.

Per giungere a tale conclusione gli autori della ricerca, pubblicata sul Journal of Experimental Social Psychology, hanno esaminato un campione di volontari, i quali sono stati divisi in due gruppi. Ai partecipanti sono state date due pillole di paracetamolo o due pillole di placebo. Mezz’ora più tardi – dopo che il paracetamolo avrebbe avuto il tempo di agire – è stato chiesto a ciascun partecipante di scegliere tra due puzzle.

Normalmente, dopo aver scelto tra due cose ugualmente interessanti, una persona tende a razionalizzare la propria decisione fingendo di non aver mai apprezzato l’alternativa rifiutata. Ciò avviene generalmente in maniera inconscia, e serve a rendere la scelta meno “dolorosa”. In questo caso però, quando i volontari sono stati invitati a votare i puzzle per la seconda volta, quelli che avevano assunto il paracetamolo avevano valutato il puzzle “rifiutato” senza esprimere giudizi duri.

Ciò, secondo gli esperti, suggerisce che i membri del gruppo “paracetamolo” hanno trovato la decisione iniziale meno dolorosa.

In un secondo esperimento i partecipanti hanno ricevuto una tazza. Ad alcuni di loro è stato detto che potevano tenerla, mentre ad altri che si trattava di un oggetto dell’università. Quindi, è stato chiesto ai volontari di immaginare di dover vendere la tazza, ed è stato chiesto loro quanto l’avrebbero fatta pagare. Coloro che possedevano la tazza tendevano a darle un valore più alto rispetto ai membri del secondo gruppo, ma coloro che avevano preso il paracetamolo avevano scelto invece dei prezzi più bassi.

Questo – secondo gli esperti – dimostra che il farmaco potrebbe ridurre un po’ del dolore provato nel corso di un processo decisionale.

“Prendere decisioni può essere doloroso, – concludono dunque gli autori della ricerca – ma un antidolorifico fisico potrebbe ridurre il dolore”.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Dailymail.co.uk

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog