Il piede diabetico: sintomi, trattamento e prevenzione

Il piede diabetico: sintomi, trattamento e prevenzione

Ecco quali sono i sintomi del piede diabetico, quali sono i trattamenti più indicati e come fare a prevenire questa complicazione.

Il piede diabetico è una condizione che interessa le persone affette da diabete di tipo 1 e di tipo 2, una condizione che comporta una ulcerazione che può manifestarsi a livello del piede o a livello delle caviglie. La causa del piede diabetico è collegata ad una riduzione della sensibilità negli arti del paziente, riduzione provocata appunto dal diabete mellito, che può danneggiare i nervi degli arti inferiori e dei piedi. Come conseguenza di tale riduzione della sensibilità, si registra una difficoltà nell’avvertire la presenza di iniziali lesioni nella zona dei piedi.

Tali lesioni possono – se non trattate in maniera adeguata – peggiorare e di conseguenza infettarsi, arrivando a rendere necessari trattamenti importanti, come ad esempio l’amputazione di un dito o del piede. Tra i fattori di rischio del piede diabetico si segnalano una riduzione della circolazione arteriosa negli arti inferiori, l’utilizzo di calzature non adeguate, il fumo, la presenza di deformità alle dita o ai piedi e così via.

I sintomi del piede diabetico consistono in un arrossamento della parte, gonfiore o la presenza di vesciche nel piede, difficoltà nel camminare, dolore, cambiamento del colore della pelle nel piede, febbre.

Qualora il paziente dovesse sospettare di aver sviluppato tale condizione, la prima cosa da fare sarà quella di consultare lo specialista. I piedi andranno ispezionati in maniera molto attenta, ed il soggetto dovrà indossare delle calzature adeguate. Inoltre il medico potrà consigliare l’utilizzo di gambaletti gessati o calzature da
medicazione, oltre ad una apposita terapia antibiotica.

Il paziente dovrà sempre tenere sotto controllo la glicemia e, qualora tali trattamenti non dovessero sortire gli effetti sperati, potrebbe doversi sottoporre ad un trattamento chirurgico (più o meno aggressivo, a seconda della situazione) per rimuovere i tessuti necrotici ed infetti.

Ma detto questo, la vera cura del piede diabetico è rappresentata senza dubbio dalla prevenzione. Per non correre il rischio, il soggetto dovrà ispezionare per bene i piedi, dovrà evitare di camminare senza scarpe, dovrà evitare le fonti di calore dirette sulla parte (borsa calda, caminetto, stufa, …), dovrà curare eventuali calli con l’aiuto di un podologo esperto, e dovrà sottoporsi ad una accurata visita dal medico almeno una volta all’anno, per controllare approfonditamente lo stato di salute dei piedi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Otimedicale.it

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog