La cura della couperose: i sintomi, i rimedi e le creme

La cura della couperose: i sintomi, i rimedi e le creme

La couperose è un disturbo della pelle del viso che si manifesta con arrossamenti accentuati. Vediamo le cause e le cure

La couperose è un disturbo della cute, sia maschile che femminile, che colpisce prevalentemente il viso con la comparsa di tipici arrossamenti.

All’origine dell’inestetismo c’è una dilatazione del reticolo di piccoli vasi capillari che irrorano la pelle, che si accentua in determinate occasioni, come il passaggio dal cado al freddo o gli sforzi fisici. La vasodilatazione è generata da una certa fragilità capillare e si manifesta in chi abbia anche una cute delicata, sottile e ipersensibile. Inizialmente la couperose compare solo quando la pelle si accalda, ma successivamente può cronicizzarsi.

I vasi sanguigni tendono a dilatarsi per permettere al calore che si accumula nel corpo di evaporare, e questo è un meccanismo normale che infatti produce il tipico arrossamento delle guance e del collo che regredisce in poco tempo. In chi abbia, però, i capillari fragili, la dilatazione tende a permanere, cosa che permette di distinguere le sottili venuzze sottocute, che in caso di couperose non scompaiono mai del tutto.

Tra le cause della couperose c’è la familiarità, ma anche fattori ambientali e abitudini di vita come il fumo e l’abuso di bevande alcoliche o eccitanti, nonché l’assunzione di alcuni farmaci tra cui la pillola anticoncezionale. Per curare, o almeno attenuare la couperose bisogna migliorare il tono dei vasi superficiali, sia con l’applicazione di creme e prodotti ad hoc, che assumendo integratori o alimenti ricchi di antiossidanti che migliorano la circolazione.

Le creme ideali per le persone, in particolare per le donne, soggette a couperose, sono in genere a base di estratti naturali con effetto lenitivo, decongestionante e blandamente vasocostrittore, come calendula, camomilla, ippocastano, aloe vera.

Tra gli integratori naturali sono invece utili quelli a base di mirtilli e uva ursina, e anche e tavola sono consigliati ortaggi e frutti di colore rosso e viola, come barbabietole, radicchio, more, fragole e pomodori, che contengono pigmenti antiossidanti che agiscono come tonici dei vasi sanguigni. Un ottimo alleato a chi soffra di couperose (ci riferiamo alle donne, naturalmente), è il make up.

Ci sono fondotinta specifici, venduti in farmacia, che oltre a minimizzare l’effetto “guancette rosse”, proteggono la pelle dall’aggressione degli agenti atmosferici e dagli sbalzi di temperatura. Se la couperose è molto estesa e molto evidente, allora ci sono anche dei rimedi di tipo medico. Il dermatologo può coagulare e rendere invisibili i capillari dilatati con due tecniche: il laser e la diatermocoagulazione. Entrambe sono rapide, efficaci fin dal primo trattamento, quasi del tutto indolori.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog