Il sistema immunitario: componenti e funzioni

Il sistema immunitario: componenti e funzioni

Il sistema immunitario difende l'organismo umano dagli attacchi degli agenti patogeni interni ed esterni. Vediamo di quali strumenti si serve e quali sono gli organi deputati a qusta importantissima funzione

Il sistema immunitario umano è un complesso meccanismo che mette in campo cellule altamente specializzare aventi lo scopo di fungere da barriera o di neutralizzare agenti patogeni interni o esterni in grado di mettere a repentaglio la salute e l’equilibrio dell’organismo.

Si tratta di un sistema di protezione che agisce in due modi: da un lato previene le malattie e le infezioni impedendo ai bacilli patogeni (come virus e batteri) di penetrare nel corpo, oppure di svilupparsi all’interno di esso, dall’altro, una volta che questi microrganismi nemici siano penetrati nell’organismo, li individua e li distrugge o li mette “fuori uso”, mantenendo “memoria” dei criteri usati per riconoscerli ed eliminarli.

Questo spiega per quale ragione, una volta guariti da specifiche malattie infettive contagiose, tipiche quelle infantili, il corpo sviluppi un’immunità temporanea o permanente contro i germi che le provocano. A seconda degli scopi (di mera protezione o di “attacco”), il sistema immunitario utilizza specifici organi e cellule. Fungono da prima “barriera” contro agenti esterni:

  • La pelle e le mucose
  • Le ghiandole salivari e le tonsille
  • Le narici con relativa peluria
  • Le ghiandole lacrimali degli occhi

Non sempre, però, queste prime linee di difesa sono efficaci, spesso virus e batteri sono più aggressivi e riescono comunque a penetrare nel corpo. A quel punto entrano in gioco i linfociti, cellule del sistema immunitario che circolano nel sangue insieme ad altri globuli bianchi (leucociti), in grado di riconoscere i singoli microrganismi patogeni dalle cellule sane, e di distruggerli o condurli laddove possano essere eliminati.

I linfociti T (prodotti dal timo, una ghiandola endocrina posta vicino al cuore) possiedono sulla loro membrana cellulare delle sostanze dette antigeni in grado di riconoscere gli omologhi presenti su tutte le cellule del corpo e quindi di individuare subito quelle che, invece, non appartengono al corredo “sano” e siano, pertanto, nocive.

Inoltre i linfociti T detti killer (o citotossici), sono dotati di sostanze che possono aggredire e distruggere i microrganismi che hanno attaccato le cellule sane. I linfociti B, invece, prodotti dal midollo osseo, si occupano di stimolare la produzione degli anticorpi (che avviene soprattutto a livello di ghiandole linfatiche), grosse cellule che si legano agli agenti patogeni permettendone il riconoscimento.

Altre cellule del sangue, ovvero leucociti, preposti alla distruzione di virus, batteri, miceti e altri parassiti, sono i neutrofili e i macrofagi, che inglobano le cellule nemiche distruggendole, o che le trasportano verso le vie linfatiche o la milza affinché vengano eliminate. Ricapitolando, gli organi e i tessuti interni che fanno parte del sistema immunitario dell’organismo sono:

  • Sangue e midollo osseo
  • Timo
  • Linfonodi e in generale sistema linfatico
  • Milza
    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog