Obesità, i bambini in sovrappeso corrono maggiori rischi di avere la pressione alta

Obesità, i bambini in sovrappeso corrono maggiori rischi di avere la pressione alta

I bambini obesi corrono un rischio quasi sei volte maggiore di ipertensione. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

I bambini in sovrappeso o – ancor peggio – obesi, corrono un rischio maggiore di soffrire di ipertensione, secondo quanto emerso da una ricerca condotta su più di 22.000 giovani partecipanti del PEP Family Heart. Lo studio, presentato in occasione del Congresso ESC dal professor Peter Schwandt, pone l’accento sull’importanza che riveste la prevenzione dell’obesità per i bambini, al fine di evitare malattie molto gravi connesse appunto al sovrappeso e all’ipertensione, a cominciare proprio dalle malattie cardiovascolari, infarti e ictus.

La nuova ricerca ha esaminato i dati relativi a un campione di 22.051 bambini e adolescenti che avevano preso parte alla PEP (Prevention Education Program) Family Heart Study. Per ogni partecipante, sono stati annotati pressione arteriosa, indice di massa corporea (BMI), circonferenza della vita, rapporto vita-altezza, plicometria (ovvero un metodo di misurazione del grasso corporeo) e percentuale di grasso corporeo.

Ebbene, stando a quanto emerso, sembra che uno stato di “pre-ipertensione” (condizione che precede quella in cui sarà necessario un trattamento medico e farmacologico) sia stato riscontrato nei casi di bambini con un elevato BMI, nello specifico nei maschi in sovrappeso e nelle femmine obese.

“Abbiamo scoperto che i ragazzi obesi avevano un rischio quasi sei volte maggiore di ipertensione rispetto ai ragazzi normopeso. Nelle ragazze obese il rischio era più di quattro volte superiore rispetto alle loro controparti di peso normale”.

Questo studio dimostra dunque in maniera chiara – ed allarmante – che più i giovani sono grassi, maggiore è il rischio di pre-ipertensione e di ipertensione. Alla luce di quanto emerso, e dal momento che quello dell’ipertensione è un problema che porta con sé conseguenze molto gravi per la salute, sia a breve che a lungo termine, qualsiasi perdita di peso potrà senza dubbio migliorare le condizioni del bambino.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Escardio.org

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog