Bere caffè riduce il rischio di cirrosi epatica

Bere caffè riduce il rischio di cirrosi epatica

E' stato da poco dimostrato un altro effetto benefico del caffè: serve a tenere alla larga il rischio di cirrosi epatica.

Il rischio di cirrosi epatica si riduce se si bevono due o più tazze di caffè al giorno. A renderlo noto sarebbero stati i membri della Duke-NUS Graduate Medical School Singapore e della National University of Singapore, che attraverso un nuovo studio, pubblicato sulle pagine di “Hepatology”, sarebbero giunti alla conclusione che l’effetto benefico del caffè servirebbe anche a ridurre il rischio di morte che questa grave malattia comporta. Per giungere a tale conclusione, gli esperti avrebbero preso in esame i dati relativi a un campione di 63.275 volontari cinesi, la cui età è compresa fra i 45 e 74 anni.

I volontari sarebbero stati monitorati per un periodo di circa 15 anni, e sarebbero stati interrogati, attraverso interviste e questionari, in merito alle proprie abitudini alimentari, in merito al proprio stile di vita e in linea generale, in merito alla loro storia medica.

Durante il periodo di follow up, 4.928 partecipanti allo studio sono morti, e la causa sarebbe stata la cirrosi epatica per 114 di questi. Gli esperti avrebbero constatato che il 24 per cento dei volontari che hanno preso parte alla ricerca sarebbero morti ad un’età media di 67 anni per cirrosi epatica. Al tempo stesso, sarebbe però emerso che chi assumeva due o più tazze di caffè ogni giorno avrebbe visto ridursi del 66 per cento il rischio di morire per tale patologia.

Nello specifico, stando a quanto emerso dalla ricerca, sembrerebbe che il caffè – bevanda già nota per le sue molteplici proprietà benefiche – comporterebbe un minore rischio di morte per epatite non virale legata a cirrosi. Un risultato davvero interessante, non trovate?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Healthline

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog