Lo smog aumenta il rischio di infarto

Lo smog aumenta il rischio di infarto

L'inquinamento aumentano il rischio di infarto: ecco cosa dimostra una ricerca

Lo smog provoca seri danni alla nostra salute. Fino ad ora si supponeva che ciò valesse soprattutto per quanto concerne la salute dei polmoni, ma nuove ricerche mettono in luce una situazione se possibile ancor più allarmante di quanto potessimo immaginare. L’ultima ricerca in tal senso è quella pubblicata sulle pagine della rivista “British Medical Journal” e condotta dai membri del Dipartimento di Epidemiologia del Lazio e dalla Città della Salute di Torino, secondo cui lo smog farebbe crescere addirittura del 12% il rischio di essere colpiti da un infarto

Per giungere a tale conclusione gli esperti avrebbero preso in esame i dati relativi a un campione di ben 100 mila persone, residenti in sette città di cinque Paesi europei, fra le quali vi sono anche la Capitale italiana, Roma, e la città di Torino. I soggetti sarebbero stati seguiti per un periodo di 12 anni, durante i quali ben 5.000 persone avrebbero avuto un infarto o sarebbero state ricoverate per angina instabile.

 

I risultati della ricerca parlano molto chiaro: ogni aumento di 10 µg/m3 nella media annuale di esposizione a particolato (risultato l’agente inquinante più dannoso) corrisponderebbe a un rischio del 12% maggiore di infarto. Ma le cattive notizie non terminano qui!

 

Nonostante i danni che lo smog provoca alla nostra salute siano ormai ampiamente noti, pare infatti che gran parte della popolazione viva attualmente in zone in cui l’inquinamento raggiunge livelli seriamente preoccupanti, come spiegano gli stessi esperti: “Nonostante questo risultato dell’effetto sugli eventi cardiaci anche a bassi livelli di inquinamento, quasi il 90 per cento della popolazione mondiale vive in luoghi al di sopra delle linee guida dell’Oms“.

 

Ecco intanto un video che spiega cosa dovete sapere sull’inquinamento dell’aria che respiriamo! 

 

via | La Stampa

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog