Sei consigli per prevenire la sindrome da rientro

bad moodGià è brutto tornare a casa dopo le vacanze quando non soffriamo di strascichi post-ferie, se ci mettiamo anche l’inevitabile sindrome da rientro di cui soffrono molti nei giorni successivi alla settimana di libertà, riprendere la routine diventa un’impresa. Ecco secondo Daily Spark quali sono i trucchi per smorzarne gli effetti ritornando dalle ferie.

Prima di tutto mangiare bene, sia durante la vacanza che dopo, darà un effetto di benessere e continuità alla vostra alimentazione. Mantenere una dieta sana senza darsi ai bagordi solo perché si è in vacanza manterrà un filo di continuità in positivo tra il prima e il dopo. Mangiare bene poi poi rafforza il sistema immunitario, ci rende più attivi e giova al benessere generale, intervenendo anche sullo stress.

Parlate della vostra vacanza, o scrivetene, se preferite (su un blog, un sito di opinioni, un forum a tema, delle mail agli amici). Ricordare le esperienze positive che ci hanno dato piacere nei giorni trascorsi aiuta a rivivere in parte la sensazione di benessere che ci hanno trasmesso, alleviando il malumore. Riguardate le foto, condividetele sui social network se ne frequentate qualcuno.

Rientrate nella routine in pochino per volta, mantenendo i ritmi rilassati della vacanza e godendovi il benessere che ha prodotto in voi l’allontanarsi da tutto lo stress quotidiano. Inutile stancarsi a morte affannandosi a rimettere tutto in ordine disfacendo le valigie l’attimo dopo che siete rientrati, ripulendo casa da cima a fondo e rispondendo in un’ora a tutte le e-mail di una settimana. Prendetevela comoda almeno per un giorno o due.

Dormite. Recuperate il fuso orario se ne avete subito uno o semplicemente riposatevi godendo i benefici del relax. Approfittatene per farvi una bella dormita sul divano, in giardino, a letto, dove preferite. Non ci siete per nessuno. Il sonno perduto in vacanza per i divertimenti vi peserà molto meno.

Portatevi dal luogo di vacanza qualcosa che vi ricordi le sensazioni positive suscitate da quei luoghi da tenere in casa. È il senso profondo del souvenir da molti accusato di essere solo inutile cianfrusaglia da turisti. I ricordi si attaccano tenacemente agli oggetti e portare un pezzetto di vacanza in casa fa bene all’umore generale.

Iniziate a progettare la prossima vacanza. Leggete le guide del luogo che sognate di visitare, informatevi sulle prossime ferie possibili, progettate qualche fine settimana intermedio che vi dia la sensazione di poter ripartire presto, prima che la solita routine vi inghiotta nuovamente.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: