Rabarbaro officinale

Tra le radici, quella di rabarbaro, detta anche rabarbaro cinese dalla varietà più diffusa e con le maggiori proprietà terapeutiche, è una delle più usate in erboristeria oltre che nell’industria liquoristica e dolciaria.

Ha proprietà toniche e lassative, astringenti, depurative e, naturalmente, aromatizzanti. È per quest’ultima caratteristica che ne viene sconsigliato l’uso alle gestanti e alle neo mamme, perché conferisce al latte un sapore poco gradevole per il neonato.

È particolarmente utile in fitoterapia perché normalizza le mucose intestinali neutralizzando gli agenti infettivi e riequilibrando la flora ed è utile anche nei trattamenti epatici. Per conoscerne le controindicazioni e gli effetti collaterali in caso di sovradosaggio è utile la scheda consultabile sul sito erboristeriaedaltro.it.

  • shares
  • Mail