Cos'è la dermatite seborroica, le cause e i sintomi per riconoscerla

La dermatite seborroica è un disturbo a carico della pelle, che colpisce principalmente il cuoio capelluto. Molto comune tra i neonati, dove però la patologia è più comunemente chiamata crosta lattea.

dermatite seborroica

La dermatite seborroica è un problema dermatologico, che solitamente si nota nel cuoio capelluto. I neonati ne soffrono moltissimo e nel loro caso viene semplicemente definita come crosta lattea. La dermatite seborroica provoca prurito, desquamazione, rossore e anche forfora. Non solo la testa ne può essere affetta: la patologia può infatti presentarsi sul volto, sul torace, sulla schiena o in zone dove ci sono moltissime ghiandole sebacee.

La dermatite seborroica, soprattutto se colpisce bambini già grandicelli, può dare molto fastidio, anche a livello estetico. Non è assolutamente una malattia contagiosa, ma tende a diventare cronica. Le cause esatte non si conoscono, ma i fattori che potrebbero provocarla sono la malassezia, un fungo, i cambi di stagione, alcune patologie neurologiche, stress, affaticamento, il virus dell'HIV e l'Aids.

La dermatite seborroica si presenta con arrossamento e infiammazione della pelle, formazione di squame e croste, forfora, sia nei capelli, sia sulle sopracciglia, nella barba e nei baffi. E ancora, pelle untuosa, prurito e persino dolore.

Come si cura la dermatite seborroica? La crosta lattea sparisce nel giro di breve tempo: basterà lavare i capelli del piccolo una volta al giorno, procedendo con un pettinino per rimuovere le squame. Se sono più insistenti, provare con olio di mandorle e oliva, lasciare agire e poi togliere con il pettine, avendo cura poi di sciacquare bene i capelli al piccolo.

Negli adulti, il medico potrebbe procedere ad una visita più specifica ed eventualmente ad una biopsia cutanea, per escludere altre patologie. Esistono per il trattamento creme, lozioni, shampoo specifici, mentre nei casi gravi ci sono dei farmaci appositi. In caso di presenza di malassezia, potrebbe essere consigliato un antimicotico o shampoo a base di ketoconazolo. Tra i rimedi naturali, invece, ricordiamo l'olio di tea tree, gli integratori a base di olio di pesce.

Foto | da Flickr di ragesoss

Via | Farmacoecura

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: