Il Gaviscon in gravidanza, quando assumerlo e perché

Il Gaviscon in gravidanza, quando assumerlo e perché

Il Gaviscon è un farmaco di solito prescritto in caso di bruciore di stomaco e reflusso. Si può assumere anche in gravidanza o si devono temere effetti negativi su mamma e feto? Scopriamolo insieme

Il Gaviscon, comune farmaco anti-acido, si può assumere in gravidanza? E’ un quesito che interessa molte mamme in attesa, dal momento che tra i disturbi tipici della gravidanza, accanto alle classiche nausee, ci sono i bruciori di stomaco e le difficoltà digestive conseguenza della pressione che il feto che cresce nell’utero esercita sul tubo digerente.

Se, poi, la futura mamma già prima di restare incinta soffriva comunemente di gastrite, di reflusso o di dispepsia cronica, la gravidanza non potrà non influire sull’acuirsi dei sintomi. Ecco che, in questi casi, il ginecologo potrebbe prescrivere il Gaviscon.

Quest’ultimo è un medicinale che in genere si assume oralmente (attraverso compresse masticabili) composte da sodio alginato e sodio bicarbonato, sostanze che sono in grado di contrastare il fenomeno del reflusso gastroesofageo, ovvero dei rigurgiti acidi così comuni in gravidanza. Oltre ad essere molto fastidioso, il reflusso a lungo andare può anche diventare pericoloso, perché gli acidi gastrici che continuamente risalgono verso l’esofago ne irritano  e infiammano le mucose favorendo l’esofagite

Tuttavia, è anche vero che assumere farmaci in gravidanza è, in genere, controindicato, perché composti da principi attivi di sintesi potenzialmente tossici per il feto. Nel caso del Gaviscon, come ci si deve regolare? Innanzi tutto, evitando accuratamente il fai da te ma attenendosi sempre alle indicazioni del proprio ginecologo.

Il quale, in caso di disturbo da acidità e reflusso molto invadenti, potrebbe prescrivere il farmaco solo ed eslcusivamente per alleviare i sintomi all’occorrenza, ovvero una tantum. Il Gaviscon nel dosaggio normale per adulti prevede l’assunzione di una o due compresse al giorno, ma in gravidanza le modalità d’uso potrebbero dover essere modificate in base alle indicazioni del medico.

In ogni caso, quando la futura mamma si trova alle prse con bruciore è acidità di stomaco e reflusso, può sempre cercare di alleviare il suo problema con i rimedi naturali e un’alimentazione leggera, che sicuramente non hanno controindicazioni. 

 

 

Foto| Getty Images

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog