Orticaria da stress in gravidanza, come si cura e quali sono i sintomi

Come curare l’orticaria che si manifesta in gravidanza? Ecco alcuni consigli utili

Gravidanza

Orticaria da stress in gravidanza: che fare? Il periodo della gravidanza è un periodo davvero importante per il corpo di una donna. In questa fase possono manifestarsi una serie di reazioni del tutto normali, come ad esempio quella del prurito. Ma di cosa si tratta esattamente? In gravidanza non è poi così raro sentire del prurito, soprattutto nella parte del pancione. La causa è più semplice ed ovvia di quanto possiate immaginare. Soprattutto durante l’ultima fase della gravidanza, la pancia della futura mamma si “stira” provocando delle smagliature, che spesso vengono precedute proprio da questa fastidiosa sensazione di prurito.

Ma non finisce qui. Sebbene sia un problema molto comune, non dovete mai sottovalutare infatti il prurito in gravidanza, che potrebbe essere provocato anche dallo stress, causa di moltissime patologie. In questo caso, la primissima cosa da fare è ... calmarsi. E poi, applicare una pomata che vi sarà indicata dal medico in base alla situazione.

Quando il prurito si estende a tutta la pelle ed è accompagnato da pomfi che possono raggiungere una grandezza di qualche centimetro, si parla di vera e propria orticaria. Questa potrebbe essere sintomo di diverse situazioni. Se il problema si manifesta durante le prime settimane di gestazione (per l’esattezza durante il primo trimestre), potrebbe trattarsi ad esempio di un’allergia o intolleranza alimentare. Se il sintomo si accentua durante il secondo trimestre, potrebbe trattarsi di colecisti epatica, gestosi o diabete gestazionale.

Detto questo, solo ed esclusivamente dopo aver consultato il proprio medico specialista, potreste mettere in pratica alcuni semplici rimedi per attenuare il prurito.

In primo luogo, cercate di mantenere sempre la pelle idratata con creme o gel appositi. Potrete inoltre utilizzare dei prodotti naturali da applicare sulle parti che prudono, come ad esempio acqua di rose, olio di mandorle dolci, talco mentolato e così via. Detto questo, anche seguire una dieta leggera, bere molta acqua e svolgere attività fisica aiuterà ad attenuare il problema.

Foto | da Pinterest di Megan Morgan
via | Benessere360

  • shares
  • Mail