Testosterone rende le donne meno credulone



La vita nella società di oggi non è affatto facile e il testosterone potrebbe essere d’aiuto per sopravvivere in questa jungla sociale. Anche se generalmente viene considerato come "l’ormone maschile", il testosterone è il naturale combustibile del desiderio sessuale di uomini e donne.

Di recente è stato pubblicato sulla rivista "Proceedings of the National Academy of Sciences" uno studio dell’Università di Utrecht, Paesi Bassi, secondo il quale il testosterone può rendere le donne meno credulone, al contrario dell’ossitocina, l’ormone dell’amore, del benessere, della socialità e di sentimenti come fiducia.

Gli scienziati hanno formato due gruppi di volontarie: a uno è stato dato del testosterone e all'altro del placebo. Prima è stato chiesto di valutare, tramite la foto di volti estranei, il grado di affidabilità dei soggetti raffigurati con una scala da -100 (molto inaffidabili) a +100 (molto affidabile).

Questi i risultati: le volontarie cui è stato somministrato il testosterone hanno ridotto i loro punteggi in media di 10 punti dopo la somministrazione dell'ormone. Le donne invece già diffidenti dall'inizio non hanno mostrato alcun cambiamento nei giudizi.

"I nostri risultati -hanno spiegato i ricercatori- dimostrano che il testosterone riduce la fiducia interpersonale". Secondo gli studiosi, l'ormone è legato a una maggiore vigilanza sociale, molto presente negli uomini, probabilmente per meglio prepararsi alle difficoltà e agli inganni dell'ambiente in cui si vive.

  • shares
  • Mail