L'Actigrip per tosse e mal di gola: come e quando assumerlo

L'Actigrip è un farmaco in vendita sotto forma di compresse e sciroppo, che al suo interno contiene triprolidina cloridrato, pseudoefedrina cloridrato e paracetamolo. Ecco per quali disturbi è indicato.

Actigrip

L'Actigrip è un farmaco da banco molto comune, che possiamo usare per trattare e alleviare tutti i sintomi dell'influenza, oltre che delle affezioni congestizie che colpiscono le prime vie respiratorie, come ad esempio tosse e mal di gola. Non va somministrato in allattamento e gravidanza ed è anche controindicato nei minori di 12 anni.

Se optate per lo sciroppo, ai primi sintomi dell'influenza utilizzate il tappo dosatore con il seguente dosaggio: negli adulti e nei ragazzi sopra i 12 anni una dose da 12 ml di sciroppo da 2 a 3 volte al giorno. Se utilizzate, invece, le compresse, allora 2 o 3 compresse al giorno. Gli anziani dovrebbero usare i dosaggi minimi, ma comunque è sempre bene chiedere consiglio al proprio medico curante.

L'Actigrip è controindicato in caso di ipersensibilità ai principi attivi, ad uno degli eccipienti e anche ad altri farmaci antistaminici. Non si usa nei bambini con meno di 12 anni, in gravidanza, in allattamento, in pazienti che usino o hanno usato nelle due settimane precedenti inibitori delle monoaminossidasi. Non si usa in caso di asma bronchiale, di glaucoma, di ipertrofia prostatica, di ostruzione del collo vescicale, di stenosi piloriche e duodenali. E' controindicato anche in chi soffre di affezioni cardiovascolari, ipertensione arteriosa, ipertiroidismo, epilessia, diabete e affezioni epatiche e renali. Da non usare in chi ha avuto emorragie o ulcere peptiche.

Tra gli effetti indesiderati dell'Actgrip che sono stati notati, abbiamo sonnolenza, vertigini, astenia, eruzioni cutanee, secchezza delle fauci, fotosensibilizzazione, ritenzione urinaria, ispessimento delle secrezioni bronchiali, nausea, vomito e diarrea, eccitazione del sistema nervoso centrale, insonnia, euforia e tremori. Negli anzini può provocare cefalea, extrasistole, tachicardia e ipotensione.

Se dopo due o tre giorni dall'inizio del trattamento con Actigrip i sintomi non scompaiono o se notate uno degli effetti indesiderati sopra citati, contattate subito il vostro medico curante.

Via | Torrinomedica

Foto | mfcfarmaceutici

  • shares
  • Mail