Bagno all’olio fossile

Era il 1902 quando Martin Albrecht, studioso di mineralogia, scoprì un giacimento di scisto bituminoso in Tirolo. L’olio che se ne estraeva, e di cui l’intera zona era ricca, era già noto alle popolazioni locali ma fu allora che il bagno nell’olio fossile divenne vera e propria tradizione, passando oggi nei programmi wellness di ogni centro benessere che si rispetti.

Le proprietà dell’olio lo rendono particolarmente adatto a chi soffre di tensioni muscolari, dolori articolari e dermatiti. Io vi dico la verità: la prospettiva di fare un bagno in un olio denso e scuro e probabilmente anche puzzolente non mi attrae particolarmente. Ma considerando i benefici, chissà… qualcuno potrebbe lasciarsi tentare.

  • shares
  • Mail