Bruciore al seno durante l’ovulazione, queste le terapie più efficaci

Bruciore al seno durante l’ovulazione, queste le terapie più efficaci

Il bruciore al seno in concomitanza all'ovulazione è abbastanza comune, fa parte di quella che si definisce mastodinìa ciclica, legata al ciclo mestruale. Vediamo come porvi rimedio

Le donne in età fertile spesso soffrono di tensioni e bruciori al seno in concomitanza con le mestruazioni, o durante l’ovulazione. In genere si tratta di fastidi del tutto benigni e fisiologici, legati alle fluttuazioni ormonali e al ristagno di liquidi che preme sulle ghiandole mammarie.

Il seno si gonfia, appare più sensibile al tatto e dolente, e talvolta si manifestano veri e propri bruciori che si estendono alle ghiandole ascellari e al braccio. Vediamo perché ciò accade e come si può porvi rimedio in modo efficace.

Tecnicamente questi dolori alla mammella legati alle fasi del ciclo mestruale si definiscono mastodinìa ciclica, e non devono preoccupare più di tanto. Infatti il vero e proprio fastidio e il gonfiore durano appena un paio di giorni, e poi scompaiono spontaneamente. C’è da dire che si tratta di un problema le cui caratteristiche e la cui intenstà variano moltissimo da donna a donna, e anche da ovulazione a ovulazione.

In alcuni casi il bruciore è circoscritto all’area del capezzolo, in altri è diffuso e si fa persino fatica ad indossare il reggiseno. Quando il dolore sia davvero forte, lo si può alleviare con qualche rimedio del tutto naturale. Ad esempio, effettuando delle semplici spugnature tiepide e poi fredde sulla mammella, oppure massaggiandola con degli oli blandmanete analgesici, come quello alla primula, che agisce proprio come regolatore dell’effetto degli ormoni estrogeni sul seno. Un altro olio consigliato è quello di enotera.

L’alimentazione è ugualmente uno strumento utile per ridurre e alleviare tutti i disturbi legati al ciclo mestruale e all’ovulazione. Aumentare l’apporto di cibi contenenti vitamina B, in particolare la B6, ad esempio, può essere un aiuto. Questa sostanza la troviamo nel germe di grano, nei semi oleosi, nelle nocciole e nelle lenticchie, tra gli altri. Infine, buona norma è quella di procurarsi reggiseni molto morbidi e confortevoli per i giorni di maggior tensione, in modo da non sollecitare in alcun modo il fastidio.

 

 

 

Foto| via Pinterest

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog