Una leucopenia lieve è pericolosa? Ecco le possibili cause e cosa fare

Cosa vuole dire se le analisi del sangue hanno individuato un caso di leucopenia lieve? E' sempre pericoloso? Cosa si nasconde dietro questo valore fuori da quelli della norma? Ecco cosa fare in caso di leucopenia lieve.

leucopenia lieve

La leucopenia è una condizione che si verifica quando nel sangue c'è un basso numero di globuli bianchi, con la conseguenza che diventa molto più facile contrarre infezioni. Ovviamente per poter risolvere la carenza di leucociti è bene conoscerne le cause scatenanti, che possono essere davvero molto e manifestarsi con determinati sintomi.

Una lieve leucopenia può essere causata da un'influenza o da infezioni non troppo gravi, che abbassano momentaneamente la produzione di globuli bianchi nel sangue. Il problema di solito è limitato nel tempo e quando l'infezione comincia a passare il corpo torna alla normalità, così come la produzione di globuli bianchi, risolvendo, quindi la leucopenia lieve.

In caso di leucopenia cronica, invece, potrebbe indicare la presenza di anemia, artrite reumatoide, chemioterapia, HIV, leucemia, lupus eritematoso sistematico, sarcoidosi, ipertiroidismo e molte altre malattie. Di solito la carenza di globuli bianchi si manifesta con anemia, menorragia, metrorragia, nevrastenia, trombocitopenia, stomatite, mal di testa, affaticamento, febbre, vampate di calore e irritabilità.

Come si cura la leucopenia? I casi lievi posso guarire normalmente trattando l'infezione, mentre il medico potrebbe consigliare vitamine, steroidi e altri farmaci. Un buon rimedio naturale è la Tamarix Gallica 1D MG.

Via | Inerboristeria

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail