I sintomi del papillomavirus 16 nell'uomo

Papilloma virus 16, i sintomi del contagio nell’uomo. Ecco alcune indicazioni utili

Papilloma virus

Quali sono i sintomi del Papilloma virus 16 nell'uomo? Come vi abbiamo spiegato qui, il Papilloma virus potrebbe rappresentare un vero e proprio pericolo per la salute di chi ne viene contagiato. In particolare i ceppi 16 e 18 di questo virus possono addirittura provocare lo sviluppo di un tumore al collo dell'utero, con conseguenze dunque gravissime per la salute della donna. E per quanto riguarda l’uomo? Quali saranno i sintomi del papillomavirus 16 nell'uomo, e come fare a identificarli in tempo?

In primo luogo, ricordiamo che la maggior parte delle persone che sono colpite dal papilloma virus, non sa in realtà di essere stata contagiata, poiché non presenta particolari sintomi o problemi di salute.

Detto questo, quando si presentano, i sintomi del Papilloma virus nell'uomo sono caratterizzati dalla presenza di piccole verruche che compaiono sul pene o nella zona anale, e che verranno facilmente diagnosticate mediante una normale visita ginecologica o andrologica.

Tali verruche, note con il nome di condilomi, possono presentarsi anche nelle zone della bocca e della gola, entro 6 mesi dal contagio, e possono essere accompagnate da prurito e da sensazioni di bruciore.

Ma come fare a prevenire il contagio, salvaguardando di conseguenza anche la salute delle partner con cui si entra in contatto? Come ben saprete, esistono dei validi vaccini che proteggono sia l’uomo che la donna da alcuni dei più comuni ceppi di papilloma virus. Nel caso degli uomini, tale vaccino va somministrato fra i 9 e i 26 anni d’età. Il rischio di contagio diminuisce inoltre con l’utilizzo del preservativo, pur non annullandosi del tutto.

Foto | da Pinterest di David Jones

  • shares
  • Mail