Le cause della fame nervosa: tutta colpa dell'ipotalamo

tavolaCon l’estate che si avvicina è un problema pressante: la dieta fallisce miseramente davanti agli ordini della fame nervosa, rovina della linea, sfogo solo apparente dello stress e nemico difficile da combattere. Ma da cosa dipende da fame nervosa, come arriva e da cosa è causata? Dallo stress, sostanzialmente, certo, che ci rende ansiosi e ci spinge ad aprire il frigo e ad abbuffarci di calorie spesso vuote, prive di qualunque valore nutrizionale. Ecco qual è il meccanismo.

Colpevole di tutto è l’ipotalamo, la ghiandola che controlla anche le riserve energetiche dell’organismo. Quando l’ipotalamo segnala un abbassamento dell’energia, il corpo ha bisogno di mangiare. Ma essendo anche preposto al controllo delle emozioni, lo stress e l’ansia altereranno il comportamento dell’ipotalamo che confonderà – semplificando molto – fame e sentimenti.

L’alterazione è imprevedibile, per cui alcune persone reagiscono mangiando di più, in continuazione e senza alcun controllo, mentre ad altre si blocca del tutto l’appetito e non avvertono i morsi della fame. Come evitarlo? Una soluzione non c’è, se non quella di imparare a migliorare il proprio stile di vita facendo in modo da ridurre gli stati di stress e ansia su cui possiamo intervenire direttamente.

Via | Runners

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail