Fumo, il 31 maggio è la Giornata Mondiale senza Tabacco

Si combatte contro il fumo, e soprattutto quel vizio che ogni anno uccide 6 milioni di persone, il 31 maggio in occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco.




La Giornata Mondiale senza Tabacco cade tra pochi giorni, il 31 maggio, ed è un momento di riflessione importante. Purtroppo solo in Italia si contano circa 83mila morti l’anno collegate al fumo e il bilancio mondiale è ancora più grave per il numero arriva a 6 milioni di persone l’anno. Il piacere della bionda, come spesso viene chiamata la sigaretta, purtroppo è responsabile di circa 30 malattie, tra cui i tumori, le cardiopatie e diverse patologie polmonari.

Ecco quindi che diventa essenziale ricordare il fumo, oltre a essere un vizio costoso (e in tempo di crisi è meglio fare anche due conti), è davvero dannosissimo. Ne vale davvero la pena? Sono tante le iniziative per aiutare le persone a difendersi dalle sigarette, come quella della LILT, Liberare dal fumo i parchi e le aree verdi delle nostre città, che ha fatto appello agli amministratori locali e nazionali, ai presidenti dei Parchi affinché il divieto di fumare non sia solo per i luoghi chiusi ma anche per le aree verdi più importanti delle città.

Le sigarette non sono la fonte di quel fastidioso fumo che respiriamo, ma inquinano con i loro mozziconi. Sono tantissime le persone poco educate che buttano per terra il filtro della bionda finita. Lo sapete che questo piccolo prodotto impiega circa 10 anni a degradarsi biologicamente e che le tossine nell’arco di questo periodo intanto inquinano le falde acquifere? Non è tutto, per aiutare le persone a liberarsi dal vizio, in occasione della Giornata Mondiale, l’associazione distribuirà un pacchetto contenente consigli per liberarsi dal tabacco e con una piccola offerta si potrà ottenere la maglietta Don’t do it.

Via | Ansa
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail