Cos’è la colecisti alitiasica, i sintomi e le cure migliori

Cos’è la colecisti alitiasica, i sintomi e le cure migliori

La colecisti alitiasica è priva di calcoli, ma la sua infiammazione, chiamata colecistite alitiasica, è ben più grave di quella determinata da calcolosi. Vediamo i sintomi e le cure

Con il termine di colecisti alitiasica, non indichiamo una patologia, semmai una condizione di normalità, ovvero l’assenza di calcoli all’interno di questo piccolo organo a forma di sacchetto.

La colecisti (o cistifellea), ha il compito di raccogliere la bile, una sostanza densa prodotta dal fegato, che serve per il metabolismo dei grassi di origine alimentare (ad esempio il colesterolo). Questo piccolo organo è soggetto alla formazione di calcoli, i quali, ostruendo i dotti biliari, possono provocare un’infimamazione, ovvero una colecistite.

Si tratta di un disturbo più comune di quanto non si creda, che si può curare con la dieta e una terapia ospedaliera a base di antibiotici e analgesici, soprattutto quando si manifesti sotto forma acuta. Tuttavia, questa infiammazione della cistifellea può verifcarsi anche in assenza di calcoli, ed ecco perché parliamo di colecistite alitiasica. In genere si verifica in una percentuale bassa rispetto alla “versione” con calcoli, circa il 5-10% dei casi, ma è più seria rispetto all’altra. Le cause possono essere diverse, tra queste le più probabili sono:

  • Conseguenza di interventi chirurgici importanti 
  • Infezioni sistemiche dell’organismo
  • Traumi addominali
  • Ustioni gravi
  • Digiuno prolungato
  • Nutrizione con le flebo per mesi
  • Deficit immunitari

Anche se le cause sono diverse, la colecistite alitiasica si manifesta con gli stessi sintmi di quella provocata dai calcoli, ovvero:

  • Dolore forte e improvviso, quasi insopportabile, al quadrante superiore destro dell’addome con riflesso alla schiena (zona sotto la scapola destra)
  • Dolore prolungato, che si mantiene costante per almeno sei ore
  • Febbre (oltre i 38°)
  • Nausea e vomito
  • Brividi
  • Addome disteso e duro

Questa forma di colecistite va trattata subito, perché può provocare anche la cancrena o la perforazione dell’organo e, di conseguenza, anche la morte. Una volta arrivati alla diagnosi di colecistite alitiasica attraverso l’ecografia, l’unica cura possibile è l’intervento chirurgico per la rimozione dell’organo. Se eseguito subito, permette al paziante di riprendersi presto. La colecisti non è un organo vitale, la sua rimozione consente comunque una vita assolutamente normale.

 

 

Foto| via Pinterest

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Gravidanza: Quale Dieta, Quali Controlli, Quale Preparazione