La psoriasi: la cause, i rimedi e i sintomi per riconoscerla

La psoriasi è una malattia della pelle piuttosto comune che colpisce uomini e donne in egual misura. Questa malattia, pur non essendo contagiosa, è senza dubbio molto problematica per chi ne soffre. Ecco perché e quali sono i rimedi più efficaci.

psoriasi cure

La psoriasi è una malattia piuttosto spiacevole e problematica. Essa provoca la formazione di un numero più o meno alto di macchie rilevate e della desquamazione biancastra sulla pelle. Queste macchie sono localizzate soprattutto nella zona del cuoio capelluto, nella zona delle ginocchia, sui gomiti e sulla parte superiore del corpo. Ad esserne colpite sono inoltre in particolar modo mani, piedi ed unghie. Quando l’infiammazione diventa più “importante”, può verificarsi una trasudazione di liquido e la persona che ne è colpita può avvertire un forte dolore.

Ma quali saranno i sintomi da tenere in considerazione? La pelle presenta delle chiazze spesse e arrossate, coperte da squame, e si avverte una sensazione di bruciore e prurito.

In realtà, le effettive cause della psoriasi non sono state ancora chiarite del tutto, ma sembra che a provocare “gli attacchi” possano essere il forte stress, dei traumi emotivi, un'infezione streptococcica, traumi della cute, o anche l’utilizzo di alcuni farmaci. Inoltre, alcolici e obesità possono peggiorare la situazione.

Detto questo, quali saranno i rimedi più indicati per la cura della psoriasi? Normalmente i medici consigliano un bagno di circa 10-15 minuti in acqua tiepida, seguito dall’applicazione di una pomata o di un gel apposito. Detto questo, se i consueti trattamenti non dovessero sortire effetti positivi, potreste optare per terapie alternative, come la Fototerapia, l’aromaterapia, la Fitoterapia, l’omeopatia... Fatevi consigliare dal medico curante per la scelta del trattamento più adatto.

Infine, fondamentale sarà anche l’alimentazione, che dovrà essere ricca in pesce e verdure e allo stesso tempo povera di carne grassa e agrumi. L’olio di pesce ricco in acido eicosapentanico (AEP) ridurrebbe considerevolmente il prurito, mentre le vitamine del gruppo B farebbero molto bene alla salute della cute. Da non dimenticare anche la vitamina D, che potrebbe accelerare il processo di guarigione.

Infine, cercate di esporvi al sole (senza però esagerare) e di ritagliare almeno 15 minuti durante la giornata, da dedicare ad attività che caccino via lo stress!

via | MedicinaSalute
Foto | da Pinterest di Ayush veda

  • shares
  • Mail