Andare in pensione fa male alla salute, uno studio lo dimostra

Andare in pensione fa male alla salute, uno studio lo dimostra

Andare in pensione aumenta il rischio di malattie, sia a livello fisico che psicologico, ed a dimostrarlo ci penserebbe una ricerca.

Andare in pensione fa male alla salute. Sembra più un’amara battuta sui “tempi che corrono”, ma a quanto sembra, a dimostrarlo ci penserebbe una ricerca incentrata sull’attività economica e sulla salute delle persone, condotta in collaborazione con l’organizzazione Age Endeavour Fellowship e dall’Institute of Economic Affairs (IEA). Durante l’analisi sarebbe stato preso in considerazione un campione di persone che si sono ritirate dal lavoro in età da pensionamento, ed un campione di persone che hanno invece continuato a lavorare anche dopo l’età di pensionamento

Secondo quanto emerso dallo studio pubblicato in Inghilterra, i maggiori impatti negativi si sarebbero riscontrati proprio in coloro che hanno deciso di andare in pensione. Per l’esattezza, degli effetti benefici sarebbero stati riscontrati nell’immediato, ma a lungo andare, coloro che sono andati in pensione si sarebbero ammalati maggiormente ed avrebbero subito effetti negativi sia a livello fisico (con un rischio maggiore di malattie del 60%) che a livello psicologico (con un rischio di depressione più alto del 40%).

 

E intanto, non mancano le comprensibili polemiche in merito a uno studio che secondo molti, pare voglia farci credere che non solo aumentare il livello di età per accedere alla pensione potrebbe essere possibile, ma che sarebbe addirittura un fatto positivo.

 

“Lavorare più a lungo – avrebbe infatti dichiarato Philip Booth, direttore responsabile dell’Institute of Economic Affairs – non sarà solo una necessità economica, aiuta anche le persone a vivere vite più sane”.

 

Lascio a voi (pensionati e non) i commenti. Cosa ne pensate?

 

Foto da Pinterest di Maria Enblom

via | Corriere

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog