Olio d'oliva, un fedele alleato del nostro organismo



Cereali, proteine nobili, ortaggi, frutta e olio d’oliva sono i principali ingredienti della dieta mediterranea, un regime alimentare sano, equilibrato e che previene numerose malattie.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Córdoba, Spagna, ha studiato e analizzato proprio l’olio extravergine di oliva ed ha scoperto che i fenoli, sostanze antiossidanti di cui è ricco, svolgono una preziosa azione protettiva nei confronti dell’organismo: riescono a reprimere numerosi geni coinvolti nei processi di infiammazione. Ciò spiegherebbe almeno in parte che questo alimento riesce a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Francisco Perez-Jimenez, responsabile a capo della ricerca, ha reclutato venti pazienti con sindrome metabolica, un disturbo piuttosto diffuso associato a un aumento del rischio cardiovascolare e di diabete di tipo2.

Nella fase successiva dell'esperimento ha chiesto ai volontari di fare solo colazioni controllate (più o meno ricche di olio extravergine) e di eliminare per sei settimane tutti i farmaci e gli integratori vitaminici.

Come spiegato sulla rivista BMC Genomics, sulla quale è stato pubblicato lo studio, al termine dell’indagine sono stati identificati 98 differenti geni che si attivavano in misura maggiore o minore a seconda della quantità di fenoli assunta, e un gran numero di essi è già noto per essere coinvolto nei processi che favoriscono le infiammazioni e nello sviluppo di obesità e diabete.

  • shares
  • Mail