Il governo sta valutando di ridurre la quarantena a 10 giorni

Il governo sta valutando di ridurre la quarantena a 10 giorni

Il Governo italiano sta valutando di ridurre la quarantena a 14 giorni, ma si sceglierà la via della prudenza

Il governo italiano sta valutando di ridurre la quarantena da 14 a 10 giorni, per minimizzare l’impatto economico e sociale del Coronavirus. Il virus, mediamente, ha un periodo di incubazione compreso tra i 4 e i 5 giorni, ma ci sono casi in cui la malattia si sviluppa anche più tardi, ad esempio 8, 9, 10 ma anche 14 giorni.

La quarantena di 14 giorni è un lasso di tempo ampio e sicuro che protegge gli altri e che rassicura chi è stato a contatto con un positivo, di essere sano. 14 giorni sono tanti, lo sappiamo, ma ormai abbiamo anche visto cosa può accadere se i contagi ci sfuggono di mano. Alla luce della scorsa primavera, seguire la via della cautela è senza dubbio la scelta più saggia.

La notizia è stata divulgata dal quotidiano La Repubblica che però chiarisce che si tratta solo di un’ipotesi che il Governo sta valutando, seguendo scrupolosamente le indicazioni del Comitato tecnico scientifico.

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato: [quote layout=”big” cite=”Roberto Speranza]“C’è un dibattito aperto. Ed ora l’opinione prevalente è che si deve ancora approfondire. Si può ipotizzare una riduzione, ma la valutazione la faremo con il Cts e anche con gli altri Paesi Ue. Ci sono diverse soluzioni, noi però ci inspiriamo al principio di prudenza”.[/quote]

In Francia la quarantena è stata ridotta a 7 giorni però non sembra essere stata una scelta saggia dato che i contagi sono tantissimi e aumentano di giorno in giorno. L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia di mantenere la quarantena di 14 giorni e l’Italia si sta muovendo in questa direzione.

Il Premier Giuseppe Conte ha aggiunto: [quote layout=”big” cite=”Giuseppe Conte]“Qualche Paese sta discutendo della riduzione della quarantena, è prospettiva importante. Se dovessimo ridurre la quarantena si ridurrebbero anche i costi sociali ed economici”.[/quote]

Foto di Наркологическая Клиника da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog