Disfunzione erettile: le cause, le cure e cosa fare

Disfunzione erettile: le cause, le cure e cosa fare

Un tempo definita impotenza, in realtà la disfunzione erettile si manifesta in modi diversi e le sue cause possono avere un'origine organica oppure psicologica

Una “defaillance” ogni tanto può capitare a tutti, ma la disfunzione erettile è un disturbo non occasionale che ha sempre un’origine da indagare, non necessariamente di natura patologica. La psiche, ad esempio, gioca un ruolo cruciale nella biologia umana, e particolarmente nella vita sessuale sia maschile che femminile.

Soffrire di “ansia da prestazione” è assai comune, un senso di inadegutezza che può ripercuotersi negativamente proprio sul naturale impulso sessuale e sulla regolare funzionalità dell’apparato genitale. Qualche volta, però, le cause della incapacità maschile di avere, o mantenere, un’erezione che consenta lo svolgimento del rapporto sessuale completo, sono legate ad un problema organico. Vediamo di approfondire.

Dal punto di vista prettamente fisiologico, l’erezione del pene è un meccanismo che coinvolge diversi “attori”: dalle ghiandole endocrine che secernono gli ormoni preposti alle funzioni sessuali come il testosterone, al sistema nervoso centrale che sovrintende all’interazione tra stimolo sessuale a livello cerebrale e risposta fisiologica, fino all’apparato vascolare che consente, tecnicamente, l’erezione grazie all’afflusso di sangue verso il pene. Basta che uno di questi “settori” si inceppi anche in una sola sua parte, che si va “in bianco”.

Per questo si suddivide la disfunzione erettile in organica, a sua volta originata da problemi di natura:

  • Neurogena
  • Vascolare
  • Endocrina

Disfunzione erettile psicogena, ovvero legata a problemi di ansia e stress

Disfunzione erettile farmacologica, causata dall’azione inibente di alcuni principi attivi contenuti in molto medicinali di uso comune tra cui antidepressivi e antipertensivi.

Tra le cause organiche più comuni di disfunzione erettile abbiamo:

  • Valori elevati di prolattina
  • Diabete
  • Insufficienza renale
  • Malattie della tiroide
  • Morbo di Parkinson
  • Obesità
  • Ipertensione
  • Sclerosi multipla

A peggiorare il disturbo possono intevenire abitudini di vita nocive, come il tabagismo o anche l’abuso di alcool. Come affrontare la disfunzione erettile? Necessariamente indagando la causa. Per prima cosa bisogna vincere le proprie remore e il disagio, e recarsi dall’andrologo, che attraverso una visita accurata e lo studio della cartella clinica del paziente valuterà se il problema sia di natura fisica o piuttosto psicogena. Solo dopo aver effettuato le analisi necessarie ad individuare (o escludere), le cause fisiche della disfunzione, si potrà studiare una cura.

Il medico può aiutare il paziente a recuperare la piena funzionalità del proprio organo sessuale attraverso la prescrizione di farmaci vasodilatatori, che si possono assumere per via orale o attraverso microiniezioni sul pene. Anche il celebrato Viagra, nelle dosi e nelle modalità giuste e solo previa esclusione di problemi fisici che siano incompatibili con l’assunzione della pillola blu. Se la natura dell’impotenza è, invece, spicogena, per uscirne il paziente dovrà affrontare un percorso psicoterapeutico guidato che lo aiuti a vincere le proprie inibizioni e le ansie legate alla prestazione sessuale.

 

 

 

Foto| di George Hodan per Publicdomainpictures

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Cibi contro il freddo