Curare la dermatite seborroica con l'alimentazione giusta

La dermatite seborroica è un eczema tipico del cuoio capelluto, che può però diffondersi anche sul volto e sul torace. Tra le terapie efficaci, c’è ovviamente la corretta alimentazione.



La dermatite seborroica, che spesso viene confusa con la Rosacea, è una dermatite che colpisce soprattutto il cuoio capelluto. Ovviamente presenza delle zone desquamate ed è caratterizzata da capelli molto unti e grassi. Oltre quindi a essere fastidiosa, è anche da un punto di vista estetico abbastanza mortificante.

La cosa migliore è chiedere un appuntamento a un dermatologo, ma farsi anche aiutare da un dietologo, con una dieta che sia in grado di rallentare la produzione di sebo. L’alimentazione è un farmaco, proprio come lo sport, perché ci può aiutare a prevenire certi problemi, garantendoci una salute sana il più a lungo possibile, ma anche curando numerosi disturbi, tra cui proprio la dermatite seborroica.

La prima cosa da fare è mangiare leggero, per aiutare la digestione e non appesantire l’intestino. Evitate quindi cibi troppo piccanti, fritti e unti. Non è opportuno esagerare con la carne rossa e con i latticini, così come devono essere ridotte se non eliminate le bibite gassate e zuccherate. Mettersi a dieta non vuol dire dimagrire, ma solo fare un po’ più attenzione ai cibi.

Per esempio, consumate pesce in quantità, favorite le carni bianche e possibilmente quelle non lavorate. Fate pure il pieno di frutta e verdura, per fare scorta di antiossidanti e di vitamine, così come non sono banditi né il pane né la pasta. Infine, l’ultimo consiglio: preferite i prodotti provenienti da agricoltura biologica.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail