Sangue umano nei dispenser del sapone dell'Ospedale di Vico del Gargano

All'ospedale pugliese di Vico del Gargano i medici si sono lavati le mani con quello che pensavano fosse normale sapone: e invece dai dispenser usciva sangue umano!

dispenser

All'ospedale di Vico del Gargano i medici si sono lavati per un giorno intero le mani con il sangue umano. Tutta colpa di un tragico errore che ha fatto finire nei dispenser per il sapone, quelli che in ospedale vengono usati solitamente per detergersi le mani prima e dopo la visita ad ogni paziente, del sangue umano misto a tracce di detergente.

L'errore è stato commesso all'interno del Punto di Primo Intervento, che si trova nell'ex istituto scolastico di via di Vagno a Vico del Gargano. I dispenser per il sapone incriminati sono due e l'incidente è dovuto con tutta probabilità ad un errore legato ai macchinari con i quali si analizza il sangue, lavati con dell'acqua che poi è stata erroneamente raccolta in una tanica che conteneva all'inizio detergenti per le mani.

Quella tanica è poi stata scambiata per quella originale, contenente il detergente per i dispenser: il tecnico, che ha effettuato la sostituzione il 10 aprile scorso, non poteva sapere che in realtà conteneva il sangue umano di centinaia di persone. E con quel liquido potenzialmente infetto, si sono lavati le mani medici, infermieri, operatori del pronto soccorso, che poi hanno visitato i pazienti.

Gli operatori hanno denunciato l'accaduto con una lettera rivolta al direttore generale e al direttore sanitario dell’Asl di Foggia, ai capi Dipartimento di Prevenzione, di Emergenza Urgenza e al direttore del Distretto sanitario 53, mentre un'altra lettera è stata inviata ai Nas. I medici del Punto di Primo Soccorso sono preoccupati e anche arrabbiati per tutto il silenzio che circonda questa brutta vicenda.

Foto | da Flickr di nauright

Via | Corriere

  • shares
  • Mail