La dieta che migliora il sonno nei bambini

La dieta che migliora il sonno nei bambini

dieta che migliora il sonno nei bambini

Il riposo dei bambini passa anche attraverso un’alimentazione adatta a loro, che li aiuti a rilassarsi e li accompagni verso un po’ di meritato riposo. Vediamo insieme qualche consiglio per capire qual è la migliore dieta per il sonno nei bambini, piccoli accorgimenti che possono sensibilmente migliorare il riposo dei piccoli di casa. Il 35-40% dei bambini soffre di problemi del sonno e se certi cicli non si mettono in ordine prima possibile, man mano diventa sempre più difficile cambiare abitudini e alimentazione.

La Sipps, Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, nell’ambito del progetto Nutripiatto, ha dato una serie di validi consigli molto utili per stimolare il sonno dei bambini anche con la giusta alimentazione. In fondo accade anche a noi adulti di non dormire se mangiamo troppo pesante a cena, se ceniamo tardi o se mangiamo qualcosa che ci fa venire sete o mal di pancia. Per i bambini è la stessa cosa e dobbiamo essere noi adulti a portare in tavola gli alimenti giusti.

Le proteine di carne e pesce possono avere un effetto eccitante e quindi è meglio proporle a pranzo, a cena è più saggio optare per la pasta, il riso e i cereali che si possono anche accompagnare ai legumi. Altri cibi che vanno evitati nel pomeriggio/sera sono il cioccolato, le bevande gasate, i formaggi stagionati e il tè. A cena vanno limitati anche il sale e il formaggio perché fanno venire sete e quindi i bambini sono portati a bere di più e ad andare in bagno di notte e questo li fa dormire male.

Attenzione anche alle verdure passate che sono sicuramente ottime per i bambini, ma a patto di non esagerare con le porzioni e la frequenza, perché possono provocare meteorismo e fastidi allo stomaco. Tra gli alimenti consigliati e che hanno un effetto calmante ci sono il latte e lo yogurt, ma anche i legumi, il riso, le mandorle e i pinoli, ma anche le patate.

Il dottor Leo Venturelli, responsabile comunicazione Sipps, ha dichiarato: [quote layout=”big” cite=”Leo Venturelli]“L’eccesso di proteine nella dieta può provocare sete: il bambino urina di più per eliminare l’urea (prodotto di scarto delle proteine )e ha il sonno disturbato”.
[/quote]

via | ansa
foto | pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog