Influenza intestinale: la dieta e l’alimentazione corretta

Influenza intestinale: la dieta e l’alimentazione corretta

La dieta e l'alimentazione corretta per l'influenza intestinale: mangiare in bianco, bere molto per reintegrare i liquidi, evitare prodotti caseari e cibi grassi o molto conditi per qualche giorno dopo la fase acuta del virus.

L’influenza intestinale, nome comune della gastroenterite, è un’infiammazione causata da diversi ceppi di virus che colpisce lo stomaco e l’intestino, manifestandosi con vomito e dissenteria. Per contrastarla è utile assumere farmaci antinausea e fermenti lattici per riequilibrare l’intestino; ma è ancora più importante determinare la dieta per reintegrare i liquidi persi e facilitare il processo digestivo già compromesso dal virus.Visto che il fisico è già debilitato, l’alimentazione corretta si basa su cibi leggeri e molti liquidi, per scongiurare il rischio di disidratazione. Se la nausea e il vomito sono forti, è bene bere acqua, té leggero e integratori di sali minerali (come quelli che bevono gli sportivi) a piccoli sorsi ma molto di frequente, in modo da assicurare la corretta idratazione del corpo. Vale la pena ricordare che bere molto è il primo modo per aiutare i reni ad espellere le tossine, aiutando l’organismo a liberarsi del virus.

Non bisogna forzare l’influenzato a mangiare: al limite, un po’ di riso in bianco con poco olio e qualche goccia di succo di limone. Passata la fase acuta, che di solito dura un paio di giorni, si può ricominciare a consumare un po’ più, dando via libera al consumo di cracker leggeri, brodi di pollo o di verdure che aiutano contro la disidratazione, grissini, patate lesse, pasta in bianco. Senza controindicazioni anche il pane (meglio quello bianco in questi casi), il pesce magro e la carne magra, da mangiare dopo una cottura leggera. In caso si ripresentasse la nausea, è bene evitare di mangiare per qualche ora.

Per qualche giorno dopo la fase acuta è bene evitare i latticini, fortemente irritanti per l’intestino, la caffeina, l’alcol e gli alimenti grassi e molto conditi; cibi leggeri e molto riposo permetteranno all’organismo una veloce ripresa.

Via | Farmacoecura

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog