Come curare l’insonnia con i fiori di Bach

insonnia

Curare l’insonnia con i fiori di Bach è possibile? Certo che si! Già in passato abbiamo parlato delle proprietà “curative” racchiuse nei fiori di Bach, un rimedio molto apprezzato da un gran numero di persone, che si affidano alla floriterapia ideata dal celebre medico britannico Edward Bach per risolvere problemi più o meno seri. Come molti di voi ben sapranno, tale rimedio abbraccia moltissime sintomatlogie che colpiscono sostanzialmente la nostra mente, e riesce a curare anche il problema dell’insonnia, ovvero la sensazione di non riuscire a dormire quanto si dovrebbe, a causa magari di pensieri assillanti, di tensione accumulata, a causa della necessità di tenere tutto sotto controllo e così via.

Come avrete compreso, per poter scegliere i fiori di Bach più indicati per risolvere il nostro problema, dovremo innanzitutto identificarne la causa scatenante.

Se la causa della nostra insonnia è ad esempio la sensazione di non riuscire a staccare la spina perché dovete tenere tutto sotto controllo, i fiori più indicati saranno quelli noti come “Cherry Plum” (Mirabolano), indicati per chi ha appunto paura di perdere il proprio autocontrollo.

White Chestnut, con le sue proprietà calmanti, è invece il rimedio indicato per chi non riesce a dormire a causa delle preoccupazioni che invadono la mente. White Chestnut è un fiore adatto proprio per chi desidera ritrovare la tranquillità mentale.

Infine, chi non riesce a rilassare la mente a causa di numerosi problemi "intellettuali", potrà trovare conforto in Hornbeam, capace di farvi cominciare la giornata con la giusta energia!

Naturalmente, nel caso in cui le cause fossero più di una, potrete chiedere consigli più dettagliati al vostro erborista o naturopata di fiducia, che saprà indicarvi il trattamento più adatto in base alle vostre esigenze.

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail