Psicologia: la nuova follia adolescenziale è lo sgambetto spaccatesta

Psicologia: la nuova follia adolescenziale è lo sgambetto spaccatesta

Si diffonde in rete il nuovo folle gioco adolescenziale dello “Spaccatesta”, in cui la vittima viene fatte cadere con uno sgambetto mentre salta insieme ai suoi amici.

La nuova sfida che impazza sui social è stata definita Skullbreaker Challenge, proprio per sottolineare le conseguenze di questo “gioco” (Skullbreaker significa infatti “spaccatesta“) che si sta diffondendo tra i giovani. Purtroppo il web non è nuovo a queste sfide pericolose, e protagonisti son quasi sempre gli adolescenti. Ma se le altre volte, come ad esempio per la Blue Whale, il partecipante conosceva esattamente le regole del gioco e a cosa andava incontro, in questo caso i malcapitati non sanno cosa sta per accadere.

La sfida si svolge così: due ragazzi coinvolgono un terzo ignaro, che verrà fatto posizionare al centro, allineandosi in orizzontale. Iniziano i due agli estremi a saltare, dopodiché tocca alla vittima al centro, che non appena salta subisce lo sgambetto dagli altri, i quali spingono le gambe in avanti facendolo cadere di schiena al suolo.

La spinta data per saltare causa un impatto molto forte, con il rischio per la vittima di subire anche gravi danni.

Skullbreaker Challenge: l’allarme della Polizia Postale

La Polizia Postale ha lanciato l’allarme, intimando i ragazzi a non accettare la sfida, ma anzi li incita a proteggere sé stessi e gli altri.

Si tratta di un comportamento sbagliato e molto pericoloso: la mancanza improvvisa di appoggio mentre si salta comporta necessariamente una caduta senza controllo che può determinare lesioni anche gravissime come fratture di arti, svenimenti ed ematomi cerebrali

spiegano le autorità. E se far leva sulla morale dei ragazzi non serve del tutto, la Polizia ricorda anche che la caduta provocata in seguito a un salto può provocare danni fisici anche gravi e si può incorrere nell’accusa di reato di lesioni anche se non si hanno compiuto 18 anni.

Fortunatamente a questa ondata di cattiveria e bullismo, perché in fin dei conti di questo si tratta, si stanno diffondendo in rete anche video di sensibilizzazione contro la sfida “Spaccatesta”, in cui si cerca di diffondere il messaggio di cura verso gli altri, di amore per sé stessi e di rispetto per i propri amici.

via | Repubblica
Foto da Facebook

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog