Pistacchi, un concentrato di vitamina E per ex-fumatori

Il gamma-tocoferolo di cui sono ricchi questi e altri alimenti migliora la funzionalità dei vasi, aiutando, così, chi abbandona il vizio del fumo a ridurre il proprio rischio cardiovascolare

fumatori pistacchi

Smettere di fumare fa bene al cuore, ma i benefici riscontrati negli ex-fumatori sono ancora maggiori se quando si abbandonano le “bionde” si arricchisce la propria alimentazione di vitamina E. A suggerirlo sono i risultati di uno studio presentato al congresso annuale Experimental Biology di Boston da Richard Bruno, professore associato di nutrizione umana all'Ohio State University.

L'idea di base è che sappiamo che ci vogliono molti anni prima che il rischio cardiovascolare di un ex-fumatore torni ad essere quello di un non-fumatore

ha spiegato Bruno.

Noi speriamo di mettere a punto una terapia da associare allo smettere di fumare che possa accelerare il ripristino della funzionalità vascolare e ridurre il rischio cardiovascolare.

In base ai risultati ottenuti in questo studio, tale terapia potrebbe basarsi sull'assunzione di gamma-tocoferolo, la forma di vitamina E che non è presente negli integratori, ma in diversi alimenti, come i pistacchi, la soia, la colza, gli anacardi, le arachidi e le noci pecan. Infatti i partecipanti – tutti fumatori che a vent'anni hanno fumato almeno per un anno mezzo pacchetto di sigarette al giorno cui è stato chiesto di non fumare per 7 giorni – che hanno assunto 500 milligrammi al giorno di gamma-tocoferolo hanno mostrato miglioramenti più significativi della funzionalità vascolare e di alcuni marcatori dell'infiammazione nel sangue rispetto ai partecipanti che hanno ricevuto un placebo.

Una risposta dilatatoria maggiore è un indicatore della salute vascolare

ha spiegato Bruno.

Persone con una lunga storia come fumatori tendono ad avere risposte di vasodilatazione basse.

In termini pratici, l'assunzione di vitamina E si traduce in un'ulteriore riduzione del 19% del rischio di malattie cardiovascolari. Infatti se dopo 7 giorni di astinenza dal fumo l'aumento della funzionalità vascolare è in media pari al 2,8%, assumere gamma-tocoferolo aumenta tale funzionalità di un ulteriore 1,5%. Se questi numeri vi sembrano bassi dovete ricredervi: ogni punto percentuale di aumento della funzionalità vascolare corrisponde a una riduzione del 13% del rischio cardiovascolare. Meglio, quindi, smettere di fumare e, perché no, farsi aiutare anche dal cibo a rimettersi in salute.

Via | EurekAlert!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail